A COP28 l’Italia firma la Dichiarazione d’Intenti comune sugli standard per la certificazione dell’idrogeno

L’Italia ha firmato, nell’ambito della conferenza internazionale sul clima COP28 in corso a Dubai, la Dichiarazione d’Intenti per raggiungere uno standard globale sugli schemi di certificazione dell’idrogeno.

Lo ha annunciato il Viceministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Vannia Gava, spiegando che la firma della Dichiarazione d’Intenti è avvenuta nel corso della Tavola Rotonda di Alto Livello sull’idrogeno, svoltasi nel contesto di COP28.

“L’Italia conferma l’impegno nel perseguire gli obiettivi di decarbonizzazione al 2050 coniugando sicurezza energetica, diversificazione e il ruolo strategico dell’idrogeno rinnovabile e low carbon” ha detto Gava. “Nel PNRR l’Italia ha investito oltre 3 miliardi di euro – ha aggiunto il Viceministro – per l’utilizzo nell’idrogeno nei settori dell’industria e dei trasporti, anche attraverso la creazione delle hydrogen valleys. Tali iniziative, assieme al progetto South2Corridor, contribuiranno a rafforzare la posizione strategica dell’Italia come hub energetico per l’Europa e il Mediterraneo”.