A2A, Snam e FNM costituiranno una joint-venture per produrre idrogeno verde in Valcamonica

A2A sta costituendo una joint-venture con Snam e FNM per la produzione di idrogeno verde in Valcamonica.

Lo ha svelato l’Amministratore delegato della multi-utility lombarda Renato Mazzoncini nel corso dell’Hydrogen Forum, evento digitale organizzato da Il Sole 24 Ore.

Come noto, A2A è partner – insieme a Snam – del progetto H2iseO lanciato dal gruppo Ferrovie Nord Milano, che prevede l’introduzione di treni alimentati ad H2 realizzati da Alstom sulla linea ferroviaria Brescia-Iseo-Edolo a partire dal 2023.

“Stiamo costituendo una nuova società che sarà controllata con quote paritetiche da noi, da FNM e da Snam e che avrà il compito di costruire ed operare l’elettrolizzatori che produrrà idrogeno verde destinato ad alimentare i treni operati da Trenord e anche altre utenze in Valcamonica, come per esempio i bus utilizzati nei servizi di trasporto pubblico locale” ha spiegato Mazzoncini.

Per quanto riguarda i tempi, ha aggiunto l’AD di A2A, “ritengo che l’impianto potrà essere messo in funzione entro la fine del 2024 o, al più tardi, all’inizio del 2025”.

Questa iniziativa promossa dai tre partner ha peraltro già ottenuto, nel luglio dello scorso anno, un finanziamento europeo nell’ambito della ‘call’ dell’Innovation Fund dedicata alla iniziative di piccola taglia.