Accordo tra Gaussin e HRS: prevista l’installazione di 36 stazioni di rifornimento di idrogeno in 5 anni

Per completare la propria offerta di soluzioni logistiche green basata sull’idrogeno, il gruppo francese Gaussin – attivo nella fornitura di mezzi ed equipment per la movimentazione di merci – ha stretto un’alleanza con l’azienda connazionale Hydrogen-Refueling-Solutions (HRS), specializzata invece nella realizzazione di refueling station di H2.

L’obbiettivo della partnership è quello di poter proporre sul mercato un’offerta di soluzioni complete, costituita sia dai mezzi, sviluppati da Gaussin e destinati a diversi ambiti di applicazione (aeroporti, logistica, proti, strada), sia da una stazione di rifornimento dedicata, fornita da HRS.

Nell’ambito dell’accordo HRS – che diventerà azionista della stessa Gaussin sottoscrivendo nuove azioni della società francese per un valore complessivo di circa 7 milioni di euro – si è impegnata a installare, per conto di Gaussin o dei suoi clienti, almeno 36 refueling station nei prossimi 5 anni, che verranno costruite nel sito produttivo di Grenoble e potranno essere supportate anche da una formula di leasing messa a disposizione da BNP PARIBAS Leasing Solutions.

“L’esperienza e la presenza globale di HRS nel settore delle infrastrutture per il refueling di H2 di idrogeno ci consentiranno di poter offrire ai nostri clienti soluzioni complete per la mobilità e la logistica sostenibili, integrando produzione e distribuzione di idrogeno oltre ai nostri mezzi” ha commentato Christophe Gaussin, Chairman d CEO dell’omonimo gruppo. 

“Si tratta di un accordo storico per la diffusione dell’idrogeno in Europa. La nostra partnership, commerciale e societaria, con un player dinamico come Gaussin ha aggiunto Hassen Rachedi, fondatore, Chairman e CEO di HRS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *