Air Liquide emette un bond da 500 milioni di euro per finanziare progetti sull’idrogeno low-carbon e sulla CCS

Air Liquide ha emesso un ‘green bond’ da 500 milioni di euro, i cui proventi verranno utilizzati per finanziare, o rifinanziare, alcuni dei principali progetti in cui la multinazionale francese dei gas tecnici è impegnata nell’ambito della sostenibilità e i in particolare dall’idrogeno low-carbon e della CCS (Carbon Capture and Storage).

Si tratta della seconda emissione obbligazionaria di questo tipo (quindi finalizzata a finanziare progetti legati alla transizione energetica) dopo quella inaugurale del 2021, spiega la stessa Air Liquide in una nota.

La transazione, che ha registrato un eccesso di sottoscrizioni (la domanda è stata quindi superiore rispetto all’offerta di titoli di debito; ndr), ha consentito di raccogliere 500 milioni di euro. Il bond ha un tasso di interesse del 3,466% a andrà a scadenza tra 10 anni.

“Il successo dell’emissione del nostro secondo green bond conferma la fiducia degli investitori nella nostra capacità di implementare tecnologie e progetti pionieristici in grado di contribuire alla decarbonizzazione del nostro business e di quello dei nostri clienti” ha commentato Jérôme Pelletan, Group Chief Financial Officer di Air Liquide. “Questa iniziativa è in linea con il nostro piano strategico ADVANCE, che lega in modo inscindibile performance finanziarie ed extra-finanziarie”.