Air Products commissiona a TUCE (Thyssenkrupp-De Nora) un elettrolizzatore da 2 GW per il maxi-progetto saudita NEOM

La multinazionale dei gas tecnici Air Products ha assegnato a Thyssenkrupp Uhde Chlorine Engineers (TUCE) – joint-venture controllata dal colosso siderurgico tedesco Thyssenkrupp e partecipata dall’italiana De Nora – il contratto per la fornitura di un impianto di elettrolisi da oltre 2 GW di capacità, destinato ad operare in Arabia Saudita nell’ambito di NEOM, il più grande progetto al mondo per la produzione di idrogeno verde.

In base all’accordo, TUCE progetterà e realizzerà l’impianto sfruttando i suoi moduli di elettrolizzatori alcalini da 20 MW, mentre a gestirlo sarà la società appositamente costituita NEOM Green Hydrogen Company, formata da NEOM, ACWA Power e dalla stessa Air Products. Le attività di ingegnerizzazione sono già iniziate mentre l’entrata in funzione dell’elettrolizzatore è prevista per il 2026.

L’idrogeno prodotto verrà poi trasformato in ammoniaca carbon-free ed esportato in questa forma, esclusivamente da Air Products, sul mercato globale. Ed è probabile che parte di questo prodotto possa in futuro arrivare anche in Italia, e più nello specifico a Marghera, dove il gruppo Sapio (di cui Air Products è azionista di minoranza) sta portando avanti insieme all’Autorità di Sistema Portuale un progetto che prevede proprio la costituzione di una filiera logistica al servizio dell’import di ammoniaca green da fornitori internazionali, a partire ovviamente da quella prodotta nell’ambito del progetto saudita NEOM.

L’iniziativa mediorientale è stata lanciata nel luglio 2020 da Air Products insieme a ACWA Power e a NEOM e prevede – oltre a quella di Thyssenkrupp, tramite la joint-venture con De Nora – la partecipazione di altri importanti fornitori di livello internazionale, come Baker Hughes e Haldor Topsoe.

“Questo contratto con TUCE testimonia i progressi che sta compiendo il progetto NEOM con l’obbiettivo di fornire idrogeno carbon free sul mercato nazionale dell’Arabia Saudita e a livello globale” ha commentato Samir J. Serhan, COO di Air Products.

“Come leader nel mercato degli elettrolizzatori, siamo in grado di mettere in campo una serie di competenze fondamentali nella realizzazione di progetti su scala gigawatt” ha aggiunto Denis Krude, CEO di thyssenkrupp Uhde Chlorine Engineers. “Grazie ai nostri moduli standard di grande dimensione e alla capacità produttiva annua che, insieme al nostro partner De Nora, super il gigawatt siamo già oggi in grado di poter soddisfare le necessità di iniziative di questa portata. Ma grazie a questo contratto potremo investire nell’ulteriore potenziamento della nostra capacità produttiva”.

Soddifatto anche il CEO di De Nora Paolo Dellachà, che ha definito NEOM il ‘place to be’ : “E’ responsabilità di tutte le aziende contribuire alla battaglia al cambiamento climatico, in base alle proprie possibilità e comptenze specifiche. Grazie alla notra consolidata partnership con Thyssenkrupp, siamo di soddisfare gli standard di progetti di produzione di idrogeno verde di larga scala come questo. I nostri elettrolizzatori alcalini sono superiori rispetto alle altre tecnologie in termini di efficienza e sicurezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *