Air Products ottiene fondi pubblici per costruire due (HRS) hydrogen refuelign station in Germania

Air Products, multinazionale americana dei gas tecnici, realizzerà due nuove hydrogen refueling stations (HRS) nelle città tedesche di Duisburg e Meckenheim grazie ai fondi ricevuti a tale scopo dal Ministero degli Affari Economici, dell’Industria, della Protezione del Clima e dell’Energia del land tedesco del Nord Reno Westfalia.

I due impianti, che avranno un’elevata capacità e saranno accessibili al pubblico, sorgeranno non lontano dall’attuale headquarter tedesco di Air Products, ubicato a Hattingen, e potranno rifornire di H2 low-carbon diverse tipologie di veicoli, inclusi mezzi commerciali pesanti. Le HRS, di proprietà e gestite dal gruppo americano, saranno alimentate con idrogeno prodotto dalla stessa Air Products, che ad oggi è il principale fornitore globale di H2.

La società statunitense (che in Italia è azionista di minoranza del gruppo Sapio; ndr) è coinvolta in progetti per la realizzazione di 250 hydrogen refueling station in 20 Paesi e sta pianificando l’espansione della sua capacità di produzione di idrogeno rinnovabile in Europa. In Germania, le due nuove stazioni di rifornimento affiancheranno una terza HRS che verrà realizzata da Air Products a Hürth-Knapsack.

Il contributo erogato per questo progetto dal Nord Reno Westfalia rientra nella ‘hydrogen roadmap’ delineata dallo stato federale tedesco che punta ad avere un parco circolante di camion a idrogeno, nel suo territorio, costituito da 11.000 unità entro il 2030, oltre a 3.800 bus a fuel cell e 200 stazioni di rifornimento di H2 entro lo stesso orizzonte temporale. “Queste risorse ci consentiranno di realizzare delle HRS pronte per rifornire i mezzi pesanti nella regione, supportando gli operatori del trasporto che, come first-mover, si stanno già attivando per sperimentare e integrare camion a fuel cell nelle loro flotte” ha commentato Jorg Homberg, General Manager di Air Products Germany.