Al Comune di Catania 78 milioni per l’acquisto di bus elettrici e a idrogeno

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ha assegnato al Comune di Catania 78 milioni di euro di risorse provenienti dal PNRR per l’acquisto di mezzi sostenibili dedicati ai servizi di TPL: in particolare, come ha precisato la sessa amministrazione della città siciliana, si tratterà di 100 e-bus elettrici e di 10 mezzi con propulsione ad H2.

Stanziamento conseguente alla richiesta formalizzata nelle scorse settimane dell’Assessore alle Politiche Comunitarie del Comune di Catania Sergio Parisi, in base ad un piano condiviso con Amts, il soggetto attuatore delle infrastrutture per la mobilità per la svolta ‘green’ del trasporto pubblico a Catania.

“Sono sicuramente finanziamenti importanti – ha spiegato l’Assessore Parisi – che consentono di rinnovare completamente la flotta degli autobus del trasporto cittadino che sarà a emissioni zero, in coerenza agli indirizzi della più avanzata sostenibilità del trasporto delle persone stabilita dagli organismi internazionali. Provvederemo alla sostituzione dei bus più vecchi con quelli nuovi, a vantaggio sia degli utenti che potranno viaggiare sui mezzi più moderni e dotati di maggiori comfort, sia della qualità dell’aria con una riduzione importante delle emissioni degli inquinanti”. “Tra qualche mese e comunque entro l’anno, inoltre, grazie ai fondi (7,8 milioni di euro) del Pon Metro – ha aggiunto Parisi – avremo su strada i primi 16 autobus elettrici, che proprio un anno addietro la giunta del sindaco Pogliese ha deliberato di acquistare”.