Al via la gara di Bruxelles per trovare il service provider a cui affidare l’implementazione del ‘meccanismo pilota’ sul mercato dell’idrogeno

Come previsto, la Commissione Europea ha avviato la procedura di gara per individuare il fornitore di servizi a cui affidare la creazione di una piattaforma attraverso la quale verrà implementato quello che viene definito il ‘meccanismo pilota’ sul mercato dell’idrogeno.

Questo strumento, la cui introduzione era stata prevista nel ‘decarbonised gas market package’ di recente approvazione (composto da una Direttiva e da un Regolamento), ha come obbiettivo quello di raccogliere, e rendere disponibili per tutti gli stakeholder, il maggior numero possibile di informazioni sulla domanda e sull’offerta di idrogeno rinnovabile, idrogeno low-carbon  derivati dell’H2, facilitando l’incontro tra off-taker e fornitori di questi prodotti sia a livello europeo che globale. In particolare, il meccanismo metterà a disposizione dati riguardanti il mercato e il prezzo dell’H2.

La procedura di gara avviata ufficialmente oggi (3 giugno; ndr) è finalizzata – spiega la Commissione UE in una nota – a individuare il service provider a cui affidare lo sviluppo di una piattaforma digitale in grado di gestire il flusso di dati alla base del meccanismo pilota. La firma del contratto è prevista entro la fine di quest’anno, e la piattaforma dovrebbe entrare in funzione a metà del 2025.

Il meccanismo pilota sul mercato dell’idrogeno fa parte del piano d’azione della Commissione per realizzare una European Multiproduct Platform tramite cui gestire l’acquisto congiunto, da parte degli off-taker europei, di commodity di varia natura, tra cui in futuro verranno ricomprese anche le materie prime strategiche.