Amazon e Bill Gates tra i finanziatori di Koloma, la start-up americana che vuole estrarre idrogeno ‘bianco’ dal sottosuolo

Koloma, start-up americana basata a Denver che intende estrarre idrogeno cosiddetto bianco (ovvero presente naturalmente in giacimenti nel sottosuolo), ha concluso un nuovo round di finanziamenti e accolto nuovi importanti soci finanziatori come Amazon, che si andranno così ad affiancare a sostenitori della prima ora del calibro di Bill Gates.

Come riferito dalla testata americana Forbes, Koloma ha depositato alla SEC (Securities and Exchange Commission) la documentazione relativa alla nuova raccolta di capitale, che ammonta complessivamente a 245,7 milioni di dollari e che è stata sottoscritta da Khosla Ventures, dal Climate Pledge Fund di Amazon e dal Sustainable Flight Fund di United Airline. Le nuove risorse, che si aggiungono a quelle già garantite da investitori come Breakthrough Energy Ventures e Energy Impact Partners (entrambi soggetti legati al patron di Microsoft Bill Gates), portando a quota 300 milioni di dollari l’equity raccolta finora dalla start-up del Colorado.

L’annuncio della chiusura di questo round di finanziamenti è arrivato a pochi gironi di distanza dall’ottenimento, da parte della stessa Koloma, di fondi assegnati dal Department of Energy degli Stati Uniti (che ha erogato in totale 20 milioni di dollari a 16 diversi enti o aziende) per lo sviluppo della ricerca in tema di idrogeno naturale (o ‘bianco’, come viene definito nel sistema dei colori dell’H2) e in particolare in relazione alle tecnologie di estrazione.