Anche in Friuli Venezia Giulia e Liguria è pronto il bando per la produzione di idrogeno in aree industriali dismesse

Negli ultimi giorni si sono aggiunte anche Friuli Venezia Giulia e Liguria all’elenco delle Regioni che hanno approvato (e che quindi a breve pubblicheranno) il bando per l’assegnazione delle risorse stanziate dal PNRR a favore della produzione di idrogeno verde in aree industriali dismesse.

L’avviso pubblico della Regione FVG, che dispone per questo investimento di 14 milioni di euro, “è rivolto – ha spiegato l’Assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini – al finanziamento di progetti per la produzione di idrogeno, in aree industriali dismesse, da fonti rinnovabili della zona e utilizzato localmente sia nel sistema produttivo che nei trasporti o anche in altri ambiti. L’obiettivo è quello di creare un ecosistema dell’idrogeno verde che costituisca l’avvio delle hydrogen valley e che ci consentirà di imprimere una spinta innovativa alle nostre imprese”.

Bini ha proposto – di concerto con i colleghi all’Energia e difesa dell’Ambiente, Fabio Scoccimarro, e al Lavoro, Alessia Rosolen – l due delibere che definiscono le direttive e lo schema di avviso per l’assegnazione dei contributi.

“È un’occasione irripetibile per rilanciare zone industriali degradate in un contesto di superamento dell’approvvigionamento energetico da fonti fossili con fonti rinnovabili e a emissioni climalteranti neutre con incremento della sicurezza energetica per la nostra Regione e il nostro Paese, obiettivi strategici sia in ottica di tutela dell’ambiente quanto necessaria per contenere i costi dell’energia per le nostre imprese, cui va garantita la competitività, e le famiglie” ha aggiunto Scoccimarro.

Per Rosolen “l’iniziativa è parte di un progetto più ampio che coinvolge il sistema di ricerca regionale impegnato, con l’amministrazione regionale, nell’attrazione di fondi europei da convertire in opportunità di crescita sostenibile e di qualità per il nostro territorio”.

Le domande da parte dei beneficiari dovranno essere presentate entro il 24 febbraio 2023 e gli interventi finanziati dovranno essere conclusi entro il 30 giugno 2026 per rispettare l’obiettivo del PNRR.

Anche la Giunta regionale della Liguria – che dispone anch’essa di una dotazione pari a 14 milioni di euro – ha approvato, nei giorni scorsi, l’avviso per la selezione di proposte progettuali volte alla realizzazione di impianti di produzione di idrogeno rinnovabile in aree industriali dismesse.

Le domande dovranno essere presentate dal soggetto proponente, ovvero dal soggetto capofila in caso di progetti congiunti, a decorrere dalla mezzanotte del prossimo 13 febbraio e fino alle ore 23:59 del 24 febbraio, attraverso l’invio all’indirizzo pec protocollo@pec.regione.liguria.it.

“Un’opportunità che abbiamo colto per provare ad ampliare il mix energetico regionale” ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo economico e all’Energia Andrea Benveduti. “Ci auguriamo che questo provvedimento, in linea con lo schema di Pear 2030 approvato a fine dicembre, possa attrarre progetti volti alla riqualificazione di aree industriali dismesse, anche se in un generale quadro di complessità”.