Anche le italiane NextChem e De Nora nel Joint Industry Project di DNV sugli elettrolizzatori

Sono già molto numerosi – 18 al momento, ma potranno aumentare ancora nei prossimi mesi – i partner che hanno aderito al Joint Industry Project (JIP) lanciato da DNV con l’obbiettivo di favorire la standardizzazione dei sistemi di produzione di idrogeno verde tramite elettrolisi, e tra questi ci sono anche le due aziende italiane NextChem (parte del gruppo Maire Tecnicomnt) e Industrie De Nora (partecipata dal gruppo Snam).

“Secondo le nostre previsioni l’idrogeno contribuirà per l’1,9% al mix energetico globale nel 2040 e salirà poi fino al 5% entro il 2050, seguendo un trend di crescita che proseguirà per tutta le seconda metà del secolo” ha spiegato Kim Sandgaard-Mørk, Executive Vice President Renewables Certification di DNV. “Specialmente i settori ‘hard to abate’ come l’aviazione, lo shipping e il trasporto stradale pesante, richiederanno una produzione massiva di idrogeno verde su larga scala”.

E proprio in quest’ottica, secondo Axel Dombrowski, Director Innovation & Digitalisation Renewables Certification della società di certificazione norvegese, sarà necessario “aumentare il tasso di standardizzazione nella produzione di elettrolizzatori, che è un elemento fondamentale per poter industrializzare progetti di grandi dimensioni. E noi stiamo provando ad affrontare questa sfida unendo le forze con alcuni dei principali player del settore per lavorare insieme ad un nuovo schema di certificazione e alla definizione di ‘best practices’ per l’industria degli elettrolizzatori. Trent’anni fa con l’industria dell’eolico avevamo adottato un approccio simile, che poi si è dimostrato vincente. Ora vogliamo fare tesoro di quanto imparato e replicare lo stesso modello nel campo delle tecnologie per l’idrogeno verde”.

Attualmente i partner che hanno aderito al Joint Industry Project, oltre alle già citate NextChem e De Nora, sono: ITM Linde Electrolysis (joint-venture tra Linde e ITM Power, quest’ultima anch’essa partecipata da Snam), BP, Clean Power Hydrogen, EDP, Elogen, Equinor, Frauenhofer-Gesellschaft, Green Hydrogen Systems, McPhy, Nordex, Schaeffler Technologies, Shell, Siemens Gamesa, Siemens Energy, Sunfire, e Thyssenkrupp Nucera (joint-venture tra il colosso siderurgico tedesco Thyssenkrupp e De Nora).

Il progetto – precisa DNV in una nota – prenderà formalmente avvio il 16 febbraio prossimo e fino a metà di aprile sarà aperto all’adesione di ulteriori partner.