Anche Mercedes-Benz utilizzerà l’acciaio ‘green’ prodotto da SSAB usando l’idrogeno

Il gruppo svedese Volvo è stato il primo costruttore automobilistico a riceve una consegna dell’acciaio fossil-free prodotto dalla corporation siderurgica connazionale SSAB utilizzando idrogeno, ma sicuramente non sarà l’unico.

In pista c’è già la tedesca Mercedes-Benz, che ha appena firmato con SSAB un accordo di partnership finalizzato ad introdurre l’acciaio green del produttore svedese nel proprio ciclo industriale il prima possibile. Come spiegato dalle due aziende in una nota, le prime parti di carrozzeria di auto Mercedes realizzate con questo tipo di materiale dovrebbero vedere la luce, in forma di prototipo, già nel corso del prossimo anno.

Un passo importante nella strategia del gruppo automotive tedesco, il cui obbiettivo è quello di azzerare completamente le emissioni di carbonio dell’interno ciclo di produzione delle sue auto entro il 2039.

Nell’ambito del progetto HYBRIT, SSAB prevede di trasformare l’altoforno dello stabilimento Oxelösund in un forno elettrico e di sostituire quindi il carbone tradizionalmente usato per la fusione del minerale con energia elettrica rinnovabile e idrogeno per alimentare il processo produttivo. Il tutto con l’obbiettivo di commercializzare acciaio fossil-free su larga scala entro il 2026.

“Siamo molto felici di poter accogliere Mercedes-Benz tra i nostri partner per i prodotti fossil-free. Insieme stiamo costruendo un’intera value chain completamente decarbonizzata” ha commentato Martin Lindqvist, Presidente e CEO di SSAB. “Siamo orgogliosi di contribuire alla riduzione delle emissioni globali di CO2”.

Il progetto HYBRIT (Hydrogen Breakthrough Ironmaking Technology), lanciato da SSAB, LKAB e Vattenfall nel 2016, è entrato nel vivo il mese scorso quando, come detto, il gruppo Volvo ha ricevuto il primo lotto di acciaio fossil-free, prodotto nello stabilimento svedese di Luleå utilizzando idrogeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.