Ansaldo Energia e Tecnicas Reunidas progettano una nuova centrale elettrica ‘hydrogen ready’ per la tedesca RWE

L’utility tedesca RWE torna ad affidarsi al consorzio italo-spagnolo formato da Ansaldo Energia e Tecnicas Reunidas per quella che dovrebbe essere la sua seconda centrale elettrica a gas ‘hydrogen ready’.

L’impianto, che seguirà quello di Weisweiler, vicino a Colonia, dovrebbe sorgere a Werne, nella regione meridionale del Münsterland (dove già si trova la centrale a carbone Gersteinwerk di RWE), e sarà costituito da una combined-cycle gas turbine (CCGT) da 800 MW di capacità, già predisposta per poter utilizzare come combustibile una miscela di H2 e metano.

Dopo le prime analisi tecniche, RWE ha commissionato ai due partner la pianificazione del progetto, mentre ha già avviato il percorso di approvazione.

“Con l’avvio dell’iter autorizzativo per questa nuova centrale a gas hydrogen ready nel sito di Gersteinwerk, ci stiamo muovendo concretamente per riuscire a completare il phase-out dal carbone entro il 2030” ha commentato Nikolaus Valerius, CEO di RWE Generation SE. “Costruendo questo nuovo impianto daremo il nostro contributo alla sicurezza energetica in chiave sostenibile, ma le istituzioni politiche devono prendere velocemente una serie di decisioni. Noi, infatti, saremo in grado di deliberare la FID su questo progetto soltanto quando saremo sicuri della possibilità di allacciare l’impianto ad un network di pipeline per la fornitura di idrogeno, e quando il contesto normativo consentirà la sostenibilità commerciale della nuova centrale”.

Nei mesi scorsi, il Governo tedesco aveva annunciato l’introduzione di uno schema di sostegno pubblico per lo sviluppo di queste nuove centrali a gas ‘hydrogen ready’, a cui RWE intende provare ad accedere. Inoltre, secondo la recente presentazione di quello che dovrebbe essere il futuro network tedesco di idrogenodotti, il sito di Werne dovrebbe trovarsi in prossimità di una di questa pipeline a cui potrebbe quindi essere allacciato per approvvigionarsi di H2.

Il contratto siglato da RWE con Ansaldo Energia e Tecnicas Reunidas, che si sono aggiudicati la gara indetta dalla utility tedesca, prevede lo sviluppo delle varie fasi di pianificazione e approvazione del progetto della nuova power plant, che dovrebbe entrare in funzione entro il 2030 utilizzando come combustibile un mix di idrogeno e metano al 50%.