Ansaldo Energia: “Grazie all’IPCEI costruiremo una fabbrica di elettrolizzatori da 800 MW che andrà a pieno regime nel 2026”

Ansaldo Energia ha espresso “grande soddisfazione” per l’ammissione del suo progetto al programma IPCEI idrogeno.

“È un primo importante passo verso una trasformazione che non può più attendere. Grazie a questi finanziamenti, Ansaldo Energia andrà a realizzare una delle due prime gigafactory italiane per la produzione di elettrolizzatori (l’altra la realizzeranno Snam e De Nora, con un progetto ammesso anch’esso all’IPCEI; ndr): una fabbrica che avrà una capacità produttiva di circa 800 MW e andrà a pieno regime entro la fine del 2026” ha dichiarato – secondo quanto riportato da Agenzia Nova – Stefano Santinelli, Chief of International and Public Affair della società genovese, intervenuto durante il business forum Italia – Algeria, in corso ad Algeri.

Il manager ha quindi aggiunto che “siamo qui in Algeria per confermare il nostro impegno per questo Paese con cui collaboriamo da oltre quarant’anni e per mettere a disposizione tutte le nostre competenze per un’energia più sostenibile”.

Nel corso del forum, il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha confermato il consolidamento del rapporto di collaborazione con l’Algeria “che è diventato il primo fornitore di gas del nostro Paese. Nei giorni scorsi la società algerina Sonatrach ha comunicato il prossimo rilascio di 4 miliardi di metri cubi di gas verso l’Italia, nell’ambito dell’accordo firmato con Eni ad aprile”.

Il premier – come riportato da Askanews – ha sottolineato che si tratta di “un’accelerazione rispetto a quanto previsto” e “anticipa forniture ancora più cospicue nei prossimi anni”, e ha ricordato che i due Paesi collaborano “nello sviluppo di fonti rinnovabili, in particolare dell’idrogeno verde e dell’energia solare, eolica e geotermica” rilevando come “la transizione energetica è fondamentale per il futuro dei nostri Paesi e per l’intera Unione Europea”.