APE FVG, Agenzia per l’energia del Friuli-Venezia Giulia in visita all’impianto di produzione idrogeno Toyota nel ferrarese

-PUBBLIREDAZIONALE-

Siamo entrati nel terzo anno di collaborazione fra Toyota Material Handling Italia e l’Agenzia per l’energia del Friuli-Venezia Giulia. La sinergia tra le tue realtà è focalizzata sui temi della Efficienza Energetica e Lean Transformation che caratterizzano l’industria 5.0.

APE FVG è sempre attiva nell’informarsi e approfondire tematiche e processi innovativi che riguardano l’energia, ecco perché il 20 dicembre scorso è venuta in visita all’impianto di produzione e di rifornimento idrogeno realizzato all’interno del nostro stabilimento LTE Lift Truck Equipement SpA (azienda del Gruppo Toyota Material Handling), a San Giovanni di Ostellato nel ferrarese.

Si tratta di una centrale per la produzione, la compressione e lo stoccaggio in loco di idrogeno da elettrolisi dell’acqua senza emissione di CO2 in atmosfera. Carta vincente del Progetto Pilota Toyota L.T.E S.p.a – Toyota Material Handling Europe è soprattutto la possibilità di ottenere idrogeno green, generato da fonti rinnovabili – la produzione primaria di energia elettrica avviene qui mediante conversione fotovoltaica.

L’impianto è un importante pilota per Toyota Material Handling Europe, e dimostra che la produzione di idrogeno verde, da fotovoltaico, è oggi già operativa e capace di servire (produzione, stoccaggio, refilling) una flotta di carrelli elevatori a idrogeno che l’azienda ha prodotto per le proprie necessità operative, ma che di fatto è si presta alla dimostrazione dei mezzi ad idrogeno.

Toyota Material Handling Italia, attraverso un team altamente specializzato della Business Unit Toyota Engineering & Consulting, assiste i clienti che si stanno orientando all’utilizzo di idrogeno verde con attività di consulenza e progettazione relativa alla soluzione energetica più adatta, definendo la flotta di carrelli o altri mezzi atti alla movimentazione delle merci.

L’idrogeno rappresenta, secondo Toyota Material Handling, il carburante del futuro nella movimentazione di materiali. Il mercato richiede infatti mezzi ad alta efficienza in grado di garantire prestazioni elevate su più turni con consumi abbattuti e minimi costi di gestione. L’alimentazione elettrica in alternativa a quella endotermica costituisce di per sé una risposta a questa esigenza, ma viene ulteriormente esaltata dalle opportunità offerte dall’utilizzo di H2 nella combustione.

Nonostante le fuel cell a idrogeno siano riconosciute come una tecnologia efficace e matura, non è però ancora facile dimostrare la convenienza economica ad adottare questa tecnologia all’interno di uno stabilimento. Le difficoltà sono principalmente dovute alla mancanza di una rete di distribuzione dell’idrogeno a livello nazionale, nonché di installazioni reali che permettano di valutare la soluzione completa e presentarne i risultati a un utilizzatore finale.

“Toyota Material Handling sta testando una soluzione efficace, sicura e “pulita” in risposta a questa problematica cruciale, – spiega Leonardo Salcerini, Managing Director di Toyota Material Handling Italia. – Presso lo stabilimento Toyota L.T.E Lift Truck Equipment di san Giovanni di Ostellato (Ferrara) è stata installata una centrale per la produzione, la compressione e lo stoccaggio in loco di idrogeno da elettrolisi dell’acqua senza emissione di CO2 in atmosfera. Il tutto è all’interno di un container ed è stato pensato per eventuali futuri upgrade”.

Carta vincente del Progetto Toyota L.T.E. è soprattutto la possibilità di ottenere idrogeno “green”, generato da fonti rinnovabili – la produzione primaria di energia elettrica avviene qui mediante conversione fotovoltaica – e a costi accettabili. L’impiego di carrelli elevatori alimentati da celle a combustione di idrogeno all’interno del ciclo produttivo permette inoltre di validare i risultati in condizioni operative reali.

“I prossimi passi, – continua Leonardo Salcerini – sono puntare a sviluppare un concreto know-how per supportare il futuro business all’interno di Toyota Material Handling in Europa, e verificare nel quotidiano utilizzo l’affidabilità di mezzi alimentati a idrogeno. L’obiettivo è avere un numero tale di carrelli alimentati a fuel cell da realizzare una logistica molto prossima allo Zero CO2, perfettamente in linea quindi con la vision della multinazionale giapponese”.

Nella Foto da sinistra:

Sharon Aquileia, LTE Lift Truck Equipement SpA – Toyota Material Handling

Elia Quaglio, LTE Lift Truck Equipement SpA – Toyota Material Handling

Matteo Mazzolini, APE FVG

Massimiliano Zampieri, APE FVG

Enrico Belvederi, Toyota Material Hanling

Francesco Locatelli, APE FVG

Samuele Giacometti, APE FVG