Atawey rileverà il business delle refueling station di McPhy: formulata un’offerta vincolante

Le trattative avviate alla fine dello scorso anno da McPhy per vedere la sua divisione dedicata alle hydrogen refueling station (e concentrarsi soltanto sugli elettrolizzatori) all’azienda connazionale Atawey sono arrivate ad un punto di svolta.

Atawey ha infatti formulato un’offerta vincolante che valorizza il business delle stazioni di McPhy tra gli 11 e i 12 milioni di euro, a cui si aggiungerà un ulteriore ammontare variabile. La transizione, che dovrebbe concludersi nel secondo trimestre di quest’anno, è soggetta all’approvazione da parte dall’assemblea dei lavoratori di McPhy, al completamento delle operazioni di finanziamento e al soddisfacimento degli usuali pre-requisiti di questo tipo di operazioni. Nel 2023, la fornitura di stazioni di rifornimento di idrogeno ha generato il 27% dei ricavi totali di McPhy, con un portafoglio di progetti firmati (alcuni già in esecuzione) pari a 40 HRS, come già riferito dall’azienda in occasione della presentazione delle performance economiche raggiunte lo scorso anno.