Axpo partner del progetto francese Arve Hydrogène Mobilité, che prevede la costruzione di una stazione di rifornimento di H2 nell’Alta Savoia

Il gruppo energetico svizzero Axpo ha annunciato la sua partecipazione ad un progetto per produrre idrogeno e distribuirlo al settore dei trasporti nella Valle dell’Arve, nella regione francese dell’Alta Savoia.

L’iniziativa, denominata ‘Arve Hydrogène Mobilité’ (Arv’Hy) prevede la realizzazione di una stazione di rifornimento per veicoli stradali che entrerà in funzione entro il primo trimestre del 2025 nel comune di Vougy. Entro il 2030, presso l’impianto verrà installato anche un elettrolizzatore da 5 MW, in grado di soddisfare la crescente domanda di H2 prevista nel corso degli anni.

Il progetto vede tra i sostenitori anche le aziende francesi Atawey – specializzata nelle hydrogen refueling station e in procinto di rilevare le attività della connazionale McPhy relative a questo settore di business – e Jean Lain Mobilités, uno dei principali distributori di veicoli nell’area della Alpi francesi, che vanta nel suo portafoglio anche mezzi a idrogeno.

L’obbiettivo finale di Arv’Hy è quello di contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2 nella Valle dell’Arve, che si trova tra Ginevra (Svizzera) e Chamonix (Francia).

“Siamo felici di aver aderito a questo progetto, il primo relativo all’idrogeno verde a cui partecipiamo in Francia, che risponde ad una crescente domanda di H2 rinnovabile da parte del mercato” ha commentato Guy Bühler, Head of Hydrogen di Axpo. “Potremo dare il nostro apporto grazie ad un solido know-how nella filiera dell’idrogeno, e in particolare per quanto riguarda i sistemi di energy management che ottimizzano la produzione efficiente di H2 degli elettrolizzatori. È un altro passo avanti nel percorso che vede impegnata Axpo nel contribuire alla costruzione di un’economia dell’idrogeno in Svizzera e in Europa”.

Axpo si occuperà anche della fornitura dell’energia energia rinnovabile necessaria per alimentare gli impianti di elettrolisi, mentre Atawey metterà a disposizione del progetto la sua competenza industriale e tecnologica nel campo delle hydrogen refueling station, la banca Crédit Agricole des Savoie fornirà supporto finanziario e lo sviluppatore Eneralys si occuperà del project management.

Axpo è coinvolta in diverse iniziative finalizzate a sviluppare la filiera dell’idrogeno verde in Svizzera (come la realizzazione di un impianto di produzione di H2 presso la sua centrale idroelettrica di Reichenau) e anche in Italia, dove la energy company elvetica è diventata partner di Infinite Green Energy nel progetto Arrowsmith Italy – VPGH2, che prevede la realizzazione di un impianto di produzione di idrogeno rinnovabile nel Comune di Corfinio, in Abruzzo, costituito da un elettrolizzatore da 30 MW alimentato da un impianto fotovoltaico da 45MWp, in grado di generare circa 4.200 tonnellate di H2 green all’anno destinate alla decarbonizzazione dell’industria ‘hard-to-abate’ e dei trasporti.