Baker Hughes fornirà ad Air Products le sue tecnologie per diversi progetti di H2

Le due corporation americane Air Product, uno dei leader mondiali nella fornitura di gas industriali, e Baker Hughes, specializzato nello nei sistemi di compressione e nelle tecnologie per le turbine a gas, hanno annunciato la definizione di un’alleanza strategica globale finalizzata a sviluppare una nuova generazione di sistemi di compressione per l’idrogeno abbattendo i costi di produzione e favorendo quindi la diffusione dell’H2 come combustibile zero-carbon.

Nell’ambito della partnership, Baker Hughes fornirà alcune delle sue tecnologie per la compressione dell’idrogeno e per le turbine a gas, comprese le turbine della serie NovaLT16, all’impianto di produzione di H2 di Air Products a Edmotnon, in Canada, e sistemi di compressione dell’idrogeno per il progetto NEOM che il gruppo sta sviluppando in Arabia Saudita.

“Abbiamo scelto Baker Hughes in ragione della sua leadership nelle tecnologie per la compressione e per le turbine a gas e per la sua consolidata esperienza in ambito idrogeno” ha spiegato Samir J. Serhan, COO di Air Products. “Questi sistemi costituiscono un contributo determinante per il raggiungimento della sostenibilità economica della produzione di idrogeno blu e idrogeno verde”.

Baker Hughes ha sviluppato il suo primo compressore per idrogeno nel 1962 e oggi ha oltre 2.000 unità attive in tutto il mondo. Il portfolio dell’azienda americana, in relazione all’H2, comprende anche turbine a gas che possono bruciare un mix di metano e idrogeno, quest’ultimo in quantità che può variare dal 5% fino al 100%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.