Batterie e idrogeno: la trentina Green Energy Storage nomina Senior Scientific Advisor il professor Giovanni Battista Zorzoli

Green Energy Storage, PMI innovativa con base a Trento che – in collaborazione con la concittadina Fondazione Bruno Kessler (grazie anche ai finanziamenti del programma IPCEI) – sta sviluppando una tecnologia di stoccaggio energetico basata sull’idrogeno tramite una soluzione ibrida gas/liquido (che verrà testata in collaborazione con De Nora), ha annunciato di aver nominato Giovanni Battista Zorzoli in qualità di Senior Scientific Advisor.

Giovanni Battista Zorzoli è stato docente al Politecnico di Milano, membro dei Comitati Ingegneria e Tecnologico del CNR e dei Consigli di amministrazione di Enea ed Enel. Ha inoltre ricoperto il ruolo di Presidente dell’Associazione Italiana Economisti dell’Energia e del Coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica ed è membro del Consiglio degli Stati Generali della Green Economy.

Il Professor Zorzoli è laureato in ingegneria elettrotecnica e ha conseguito una specializzazione in ingegneria nucleare al Politecnico di Milano, alla Pennsylvania State University e all’Argonne National Laboratory presso Chicago.

Salvatore Pinto, Presidente di GES, ha commentato: “Siamo lieti di dare il benvenuto al Professor Zorzoli all’interno della nostra realtà. Crediamo che le sue qualità professionali e personali siano una risorsa preziosa con cui rendere GES sempre più protagonista nel processo di transizione energetica e nel mondo dell’innovazione green”.

Giovanni Battista Zorzoli, Senior Scientific Advisor di GES, ha aggiunto: “Da tempo seguo con attenzione il percorso di GES e sono onorato di poter mettere a disposizione il mio impegno e le mie competenze per supportarne lo sviluppo. I sistemi di accumulo sono fondamentali per abilitare la transizione energetica e fa piacere che un’azienda italiana sia in prima fila per realizzare questa trasformazione”.