Bruxelles mette in palio 500.000 euro per l’upgrade della Hydrogen Valley Platform

L’Europa prevede una crescente diffusione di ‘hydrogen valley’ e vuole monitorarne costantemente l’evoluzione tramite la Mission Innovation Hydrogen Valley Platform (https://www.h2v.eu/), strumento digitale già esistente che però verrà ora potenziato grazie ad uno stanziamento di 500.000 euro.

La Fuel Cell Hydrogen Joint Undertaking II (FCH JU II) – partnership pubblico-privata che si appresta a lasciare il campo alla nuova Clean Hydrogen Partnership – ha infatti lanciato a fine dicembre scorso una ‘call for tender’ tramite cui individuare un operatore a cui assegnare un contratto del valore di mezzo milione di euro, finalizzato a “sviluppare ulteriormente la H2.0 Valley Platform”, la quale nelle intenzioni della FCH JU dovrà diventare un ‘one-stop-shop’ d’informazione e cooperazione tra tutti i Governi interessati allo sviluppo di nuove hydrogen valley e i promotori di questo tipo di iniziative. Obbiettivo da raggiungere attraverso un lavoro di ricognizione che il futuro gestore della piattaforma dovrà svolgere tra i Paesi membri per raccogliere informazioni dettagliate e precise e pubblicarle sul portale.

I compiti del soggetto che si aggiudicherà il contratto riguarderanno in particolare alcune attività e obbiettivi, come dettagliato nella documentazione allegata al bando: aggiornare le informazioni contenute nella piattaforma e occuparsi della sua gestione ordinaria e manutenzione; rendere il portale più attrattivo e appetibile sia nei confronti dei promotori delle hydrogen valley sia del pubblico; rendere l’H2.0 Valley Platofrm un reale strumento di collaborazione tra gli stakeholder del settore e essa stessa un incubatore di progetti; rendere la piattaforma un facilitatore di rapporti tra soggetti pubblici e privati; definire una strategia di comunicazione adeguata a diffondere mission e risultati dell’iniziativa; definire un piano di project management e governance della piattaforma.