Bureau Veritas certifica i serbatoi per GNL e ammoniaca di Gas and Heat

È un periodo intenso per Gas and Heat, specie in relazione allo sviluppo di soluzioni per l’impiego di ammoniaca come combustibile green in ambito navale.

Dopo aver ottenuto dal RINA l’Approval in Principle (AiP) per il progetto di un innovativo Ammonia Fuel Supply System (AFSS), sistema che – appunto – consente alle navi di utilizzare il vettore dell’idrogeno come fuel, l’azienda livornese ha ricevuto un analogo riconoscimento da Bureau Veritas, questa volta per un serbatoio (sempre destinato ad applicazioni a bordo nave) in grado di trasportare sia gas naturale liquefatto (GNL) sia ammoniaca.

Ancora una volta, come nel caso del RINA, Gas and Heat ha voluto celebrare anche l’AiP di Bureau Veritas in occasione della fiera Gastech 2022 che si è svolta a Milano.

A differenza dell’Ammonia Fuel Supply System, ad oggi una soluzione ancora ‘sulla carta’, che aspetta la prima commessa per essere concretamente realizzata, il serbatoio dual-purpose si trova in una condizione diversa.

Gas and Heat infatti lo aveva già sviluppato alcuni anni fa, utilizzando una particolare variante di acciaio austenico che presenta vantaggi in termini di costi e di efficienza produttiva rispetto all’acciaio al nickel abitualmente impiegato per i tank del GNL.

Ora che l’ammonica pare davvero sul punto di diventare il prossimo fuel per lo shipping l’azienda si è quindi chiesta se i suoi serbatoi fossero in grado di trasportare anche questo vettore energetico, e la risposta è stata affermativa.

Il processo di validazione è stato comunque articolato: Bureau Veritas ha infatti voluto verificare la capacità di questo tipo di acciaio di resistere alla tensocorrosione (in inglese Stress Corrosion Cracking, SCC), ovvero la corrosione esercitata dall’ammoniaca su materiali sottoposti a sollecitazioni fisiche, e l’esito è stato assolutamente positivo.

“L’innovazione è sempre stata e sarà sempre il nostro focus” ha dichiarato Mauro Evangelisti, Presidente di Gas and Heat. “Siamo fiduciosi che l’impiego di questo materiale innovativo possa consentire la produzione di componenti più competitive e sicure nella gestione dei fuel alternativi per lo shipping”.

Gas and Heat – come ha fatto sapere la stessa società in una nota – ha già ottenuto due ordini per serbatoi realizzati con questa tecnologia: uno è destinato ad una chiatta fluviale e uno ad una nave oceanica. In entrambi i casi le unità avranno propulsione dual fuel GNL/ammoniaca.