Bus green: nuovo decreto del MIMS per lo stanziamento definitivo di 1,9 miliardi di fondi del PNRR

Fa un ulteriore passo avanti l’iter di assegnazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile in favore dei principali Comuni capoluogo e Città Metropolitane di 1,9 miliardi di euro di risorse provenienti dal PNRR per l’acquisto di bus green elettrici e a idrogeno.

Dopo il primo decreto approvato nel dicembre 2021, che definiva la distribuzione dei fondi, nei giorni scorsi (il 30 marzo; ndr) la Conferenza Unificata ha infatti dato il suo via libera ad un nuovo provvedimento ministeriale.

Dopo il primo decreto – spiega infatti il MIMS – i Comuni beneficiari hanno confermato la manifestazione di interesse e identificato i relativi piani di investimento, passaggio necessario per avviare il finanziamento con questo secondo atto normativo. Le risorse saranno destinate all’acquisto di autobus urbani a zero emissioni, con alimentazione elettrica o a idrogeno e alla realizzazione delle infrastrutture di supporto per la ricarica e il rifornimento.

Allo schema di decreto è allegata anche una tabella con il dettaglio della ripartizione delle risorse: la ‘fetta’ più consistente, 292,5 milioni di euro, andrà al Comune di Roma, che dovrà acquistare 109 mezzi entro fine 2024 e in totale 411 entro fine 2026, termine ultimo per l’attuazione degli investimenti finanziati dal PNRR.

Segue poi il Comune di Milano, con 249,1 milioni che serviranno ad acquistare 92 bus elettrici o a idrogeno entro fine 2024, per arrivare fino a 350 unità entro fine 2026.

Superiori ai 100 milioni anche gli stanziamenti destinati a Napoli (180 milioni per 67 bus entro il 2024 e 253 entro il 2026), Torino (169,8 milioni, 64 e 239 bus rispettivamente entro 2024 e 2026) e Cagliari (108,5 milioni, 41 mezzi entro il 2024 e 152 entro il 2026).