Cascone (Regione Campania): “Per la mobilità a idrogeno bene le risorse, ma servono anche nuove regole”

Per dare avvio allo sviluppo della mobilità a idrogeno le risorse pubbliche sono fondamentali, ma da sole non bastano. Serve anche un nuovo quadro normativo che consenta l’introduzione di questo nuovo modello di trasporto sostenibile.

A lanciare il monito, nel corso del convegno “Infrastrutture e PNRR – Prospettive per la Regione Campania. Un fattore di sviluppo per colmare il divario Nord-Sud”, organizzato presso la Palazzina Convegni dell’Interporto di Nola, è stato Luca Cascone, Presidente della Commissione Consiliare permanente Urbanistica, Lavori Pubblici e Trasporti della Regione Campania.

“Non c’è solo la Lombardia a puntare sui treni a idrogeno. Anche la Campania si è candidata. Però, poi, si scopre che questi mezzi non possono circolare in aree urbanizzate, o su tratte con presenza di gallerie, e che per di più l’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (ANSF) non ha ancora dato l’autorizzazione al loro utilizzo”.

“Dovremo quindi affrettarci a comprare questi treni senza sapere se e dove poi potremo effettivamente utilizzarli ?” si è chiesto, provocatoriamente, l’esponente politico campano.

Per Cascone, “va bene fare i decreti per assegnare le risorse, ma è necessario parallelamente adattare il quadro normativo di riferimento, altrimenti non sarà possibile impiegare concretamente, e in modo efficace, i fondi stanziati dal PNRR per decarbonizzare la mobilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *