Decreto del MIMIT per distribuire 1,7 miliardi di risorse PNRR alle filiere produttive dei dispositivi per la transizione (tra cui rientrando anche gli elettrolizzatori)

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) ha emanato nei giorni scorsi un Decreto direttoriale tramite cui vengono disciplinate le modalità di distribuzione delle risorse – pari complessivamente a oltre 1,7 miliardi di euro – stanziate dal PNRR a favore delle filiere produttive dei dispositivi utilizzi ai fini della transazione energetica e delle loro componenti, tra cui rientrando anche gli elettrolizzatori e i dispositivi per la Carbon Capture and Storage (CSS).

Come si legge nel provvedimento – pubblicato sul sito ufficiale del MIMIT – le risorse verranno “impiegate tramite il ricorso allo strumento agevolativo dei Contratti di sviluppo”, i quali dovranno avere come oggetto “la realizzazione, su iniziativa di una o più imprese, di un programma di sviluppo industriale o di un programma di sviluppo per la tutela ambientale, per la cui realizzazione sono necessari uno o più progetti di investimento”, ed eventualmente “progetti di ricerca, sviluppo e innovazione”, strettamente connessi e funzionali tra di loro “in ottica di rafforzamento delle catene di produzione dei dispositivi utili per la transizione ecologica, ovvero: le batterie; i pannelli solari; le turbine eoliche; le pompe di calore; gli elettrolizzatori; i dispositivi per la cattura e lo stoccaggio del carbonio (CCUS)”.

Questi programmi di sviluppo potranno anche riguardare “la produzione dei componenti chiave, dei macchinari e delle attrezzature coinvolte nella produzione dei dispositivi” già menzionati.

Come detto, le risorse – che dovranno essere destinate per il 40% almeno alle regioni del Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) – ammontano in totale a 1.738.770.155 euro, di cui  1.225.000.000 euro a valere sulla dotazione di cui alla Misura M1C2 – Investimento 7, sottoinvestimento 1 del PNRR, e 513.770.155 euro a valere sulla dotazione di cui alla Misura M2C2 – Investimento 5.1 del PNRR, con la seguente articolazione: 308.620.842 euro per lo sviluppo delle tecnologie fotovoltaica ed eolica; 205.149.313 euro per lo sviluppo del settore delle batterie.

Il termine iniziale per la presentazione delle domande nell’ambito dello sportello agevolativo dedicato ai programmi di sviluppo coerenti con le finalità del decreto, è fissato alle ore 12.00 del giorno 27 giugno 2024.