Distribuzione di idrogeno liquefatto: novità in arrivo da Linde Engineering, Daimler Truck e Plug Power

Nonostante la complessità di gestione legata alla necessità di mantenere una temperatura di -253 °C, l’idrogeno liquefatto presenta indubbi vantaggi in termini di densità energetica, motivo per cui molti provider tecnologici internazionali stanno continuando ad investire su questo fronte, come testimoniano i recenti annunci di Linde Engineering (insieme a Daimler Truck) e di Plug Power.

L’azienda tedesca nei giorni scorsi ha infatti messo ‘a terra’ anni di studi svolti in collaborazione con Daimler Truck, inaugurando a Wörth am Rhein la prima stazione di rifornimento di idrogeno liquefatto, che ha fatto il pieno in meno di un quarto d’ora ad un prototipo di camion Mercedes-Benz GenH2.

L’impianto si basa sulla tecnologia subcooled liquid hydrogen (sLH2) sviluppata da Linde e Daimler, che lavora ad una pressione leggermente più elevata rispetto ai sistemi di distribuzione di idrogeno liquefatto tradizionali, consentendo di ridurre le perdite di energia durante le operazioni. La nuova refueling station pilota di Wörth am Rhein (che è aperta al pubblico) ha una capacità di 400 Kg di idrogeno all’ora, decisamente maggiore rispetto a quella di una stazione di H2 gassoso a pressione, a fronte di un consumo di energia che invece – assicurano gli sviluppatori – è decisamente inferiore, ed è in grado di rifornire un camion da 40 tonnellate con 80 Kg di idrogeno liquefatto (sufficienti a garantire al mezzo un’autonomia di oltre 1.000 km) in meno di 15 minuti.

Dall’altra parte dell’oceano, negli USA, Plug Power ha invece consegnato ad alcuni clienti i primi esemplari di HL-450D-P, un sistema mobile per il rifornimento ai mezzi stradali di idrogeno che è in grado di mantenere il fuel in forma liquefatta e poi di erogarlo a veicoli commerciali di taglia media e grande riportandolo in forma gassosa, a 350 o 700 bar di pressione.

Il ‘refueler’ di Plug è stato progettato per consentire di ridurre i costi di investimento infrastrutturale ed è rivolto a tutti quegli operatori che gestiscono flotte e che hanno quindi bisogno di consegnare il combustibile ad una varietà di veicoli, magari anche in luoghi diversi, e che tuttavia non si sentono ‘pronti’ a realizzare una stazione di rifornimento tradizionale e statica.

Il HL-450D-P è composto da una cisterna criogenica da 1.500 Kg di capacità, da un sistema di pompe e di rigassificazione e da un dispenser che consente il rifornimento diretto dei veicoli a fuel cell.

È stato sviluppato e realizzato nello stabilimento di Houston, in Texas, entrato nella disponibilità di Plug a valle dell’acquisizione della società ACT, completata a novembre 2021.