È nata ufficialmente la Electrolyser Partnership europea

L’alleanza europea dei produttori di elettrolizzatori, annunciata lo scorso maggio in occasione dell’incontro dei CEO di circa 20 aziende del settore con il Commissario Europeo per il Mercato Interno Thierry Breton, è diventata realtà.

Durante il Forum dell’European Clean Hydrogen Alliance ospitato dalla Commissione Europea a Bruxelles, infatti, è stata lanciata ufficialmente la ‘Electrolyser Partnership’, nuova entità che avrà lo scopo di supportare l’impegno dei player industriali volto ad incrementare di 10 volte (rispetto ai livelli attuali) la capacità di produzione di elettrolizzatori entro il 2025.

Nel medesimo contesto, la Clean Hydrogen Alliance ha anche presentato il suo report sul quadro regolatorio per l’installazione di impianti di idrogeno, documento che verrà utilizzato dalla Commissione come ‘guida’ del processo di semplificazione burocratica in corso.

L’Alleanza ha annunciato inoltre che avvierà un nuovo ciclo di selezione di progetti promossi dai suoi membri, da inserire nella ‘pipeline’.

“L’idrogeno è un elemento essenziale delle futura sovranità energetica dell’Europa” ha dichiarato il Vicepresidente della Commissione UE con delega al Green Deal Frans Timmermans. “La velocità con cui questo settore si sta sviluppando dimostra che il continente è in grado di decarbonizzare la sua economia e contemporaneamente di raggiungere l’indipendenza dalle fonti fossili di provenienza russa. L’Hydrogen Accelerator previsto dal piano REPowerEU metterà a disposizione gli investimenti necessari per lo scale-up della produzione europea di idrogeno pulito”.

“L’idrogeno rende possibile la transizione green dell’industria europea ed è un driver di innovazione, competitività e resilienza” ha aggiunto il Commissario Europeo per il Mercato Interno Thierry Breton. “L’industria europea sta già realizzando molti progetti di larga scala in tale ambito, e l’European Clean Hydrogen Alliance è uno strumento per agevolare questo processo”.