Enapter avvia la costruzione della sua fabbrica tedesca da 10.000 elettrolizzatori al mese

Enapter, azienda internazionale – con una presenza consolidata anche in Italia – specializzata nella produzione di elettrolizzatori con tecnologia AEM (Anion Exchange Membrane), ha ufficialmente dato avvio ai lavori di costruzione del suo nuovo Campus tecnologico presso la comunità di Saerbeck, nella regione tedesca del Nord-Reno Westfalia, dove punta a raggiungere una capacità produttiva di 10.000 elettrolizzatori al mese per rispondere alla crescente domanda di questo tipo di impianti.

Entro il 2023, su un’area di 82.000 metri quadrati, verranno realizzate le linee di produzione, i magazzini, gli uffici e i laboratori di ricerca dell’Enapter Campus, che ha ricevuto un finanziamento di oltre 9 milioni di euro dal Governo del Nord-Reno Westfailia e che – spiega Enapter in una nota – oltre a consentire un significativo incremento dalla capacità produttiva, fungerà anche da modello per i futuri altri stabilimenti del gruppo. Uno dei quali, vicino Pisa, verrà presto potenziato con un apposito intervento di upgrade.

“Per ridurre il costo di produzione dell’idrogeno verde e raggiungere gli obbiettivi climatici che ci siamo dati, dobbiamo velocizzare lo scale-up delle tecnologie esistenti” ha spiegato il CEO di Enapter Sebastian-Justus Schmidt. “Tutto il nostro DNA aziendale è focalizzato sulla rapidità di sviluppo, produzione e ingresso sul mercato dei prodotti. Il Campus è il nostro contributo alla transizione in linea col motto ‘agire, non parlare’. La produzione massiva di elettrolizzatori AEM modulari e compatti, destinati a progetti di ogni dimensione, darà un impulso importante a iniziative in grado di combattere la crisi climatica”.

La costruzione dell’impianto tedesco, affidata a Goldbeck, richiederà un investimento complessivo di 105 milioni di euro e la sua entrata in funzione creerà oltre 300 nuovi posti di lavoro. Inoltre, l’avvio della produzione consentirà a Enapter di ridurre il costo finale dei suoi elettrolizzatori.

Già oggi l’azienda fornisce i suoi prodotti a oltre 70 sviluppatori di progetti in 40 Paesi e, a partire dal prossimo anno, inizierà a proporre sul mercato l’AEM Multicore, il suo primo elettrolizzatore su scala megawatt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *