Enapter e Loccioni hanno sviluppato in Italia un elettrolizzatore AEM modulare e containerizzato

Ha presto forma nell’Italia centrale un nuovo impianto di elettrolisi compatto, in grado di entrare tutto dentro ad un container.

A svilupparlo sono state Enapter – azienda tedesca specializzata nelle tecnologie per l’idrogeno verde, presente anche nel Belpaese con un proprio stabilimento in provincia di Pisa – e Loccioni, società basata ad Ancona (ma presente con proprie filiali in molti nei principali mercati mondiali) attiva nella fornitura di sistemi automatici di misura e controllo per applicazioni industriali e non solo.

Ad annunciare il lancio del nuovo prodotto per la generazione di H2 green è il Business Unit Manager di Loccioni Enrico Rocchetti, che sul suo profilo Linkedin scrive: “Proprio tra le verdi colline italiane, Loccioni ha sviluppato con Eanpter un Green Hydrogen Production System plug-and-play basato su tecnologia AEM (Anion Exchange Membrane; ndr) davvero compatto e modulare, scalabile fino a 100 kW. L’elettrolizzatore e tutti gli altri sistemi necessari al suo funzionamento sono perfettamente inseriti e integrati in un container standard da 20’, pronti per produrre idrogeno verde da energia solare e acqua”.