Energia e H2 ‘made in Italy’: la Camera di Commercio Italiana per l’Ucraina lancia una nuova piattaforma per l’export

La Camera di Commercio Italiana per l’Ucraina (operando ai sensi della legge n. 580, art. 22 del 29 dicembre 1993) ha presentato ufficialmente EnerGreen Ucraina 2021/2022, programma che prevede la formazione di una piattaforma operativa che si occuperà di promozione, vendita ed esportazione di prodotti dalle aziende italiane appartenenti ai settori dell’energia e dell’ambiente.

Il progetto – spiega l’ente in una nota – nasce con l’ambizione di realizzare una struttura per l’esportazione e la distribuzione di prodotti, attrezzature e servizi, che sarà controllata direttamente dalle aziende produttrici italiane che aderiranno alla sezione consortile “Energreen” coordinata dalla Camera di Commercio Italiana per l’Ucraina.

Ogni azienda potrà disporre di una vera e propria sede di vendita estera, condivisa con le altre imprese del settore, contando su una maggiore efficienza commerciale. Coloro che parteciperanno potranno godere dell’esclusiva di vendita di un loro prodotto in Ucraina, per la durata di un anno.

Le imprese interessate ad avviare questo processo di internazionalizzazione potranno beneficiare anche di contributi a fondo perduto, stanziati in forma diretta dalla Camera di Commercio Italiana per l’Ucraina ed erogati ‘in kind’. L’ammontare in percentuale dei contributi concedibili a titolo di copertura degli importi necessari all’adesione al progetto è pari al 50% della spesa. L’accesso a tale sostegno economico sarà̀ valutato da un’apposita commissione interna in relazione ad ogni singola azienda richiedente.

A conferma del suo focus sull’energia green e anche sull’H2, il progetto vanta come partner l’Ukrainian Hydrogen Council, asspcoazione nazionale impegnata nello sviluppo dell’idrogeno verde come parte integrante della produzione e fornitura di fonti energetiche alternative, nonché nella diffusione delle tecnologie relative a questo vettore energetico in vari settori dell’industria l’obiettivo di migliorarne l’efficienza energetica.