Entra in produzione, nel Research and Innovation Centre di Monaco, la BMW iX5 a idrogeno

Dopo aver completato la fase di test, BMW ha annunciato di aver avviato la produzione dei primi esemplari di BMW iX5 Hydrogen nel suo impianto pilota Munich Research and Innovation Centre (FIZ).

A partire dalla primavera del 2023, questi mezzi – i primi Sports Activity Vehicle (SAV) a fuel cell al mondo – verranno utilizzati per attività dimostrative in alcune aree selezionate dal gruppo automotive tedesco, che ha confermato ancora recentemente, e con convinzione, il suo impegno sul fronte H2.

“L’idrogeno è un vettore energetico versatile che svolgerà un ruolo centrale nel progresso verso la neutralità climatica” ha dichiarato Frank Weber, membro dele Board of Management del gruppo BMW con responsabilità per le attività di sviluppo. “Siamo certi che l’H2 diventerà sempre più importante anche per la mobilità privata e quindi riteniamo che un approccio in grado di coniugare l’utilizzo di batterie e di celle a combustibile sia il più efficace nel lungo periodo”.

Il Research and Innovation Centre di Monaco è l’interfaccia tra l’attività R&D e la produzione del gruppo BMW, dove vengono realizzati per la prima volta tutti i nuovi modelli, compreso il nuovo suv X5 a idrogeno.