Everfuel fornirà 10.000 tonnellate all’anno di idrogeno green ad un cliente industriale tedesco a partire dal 2028

L’azienda danese Everfuel ha reso noto di aver firmato, con un cliente industriale tedesco (la cui identità, per il momento, non è stata resa nota) una Letter of Intent (LoI) realitva ad una fornitura di idrogneo verde di 10.000 tonnellate annue, a partire dal 2028.

Questo volume di domanda dovrebbe corrispondere – spiega Everfuel in una nota – alla produzione di un elettrolizzatore da 100 MW, ma in una seconda fase il cliente tedesco prevede di incrementare il consumo di H2, che sarà classificato come renewable fuels of non-biological origin (RFNBO) in base alla normative europea.

“Questo accordo conferma la bontà della nostra strategia per fornire idrogeno verde in grandi quantità a clienti industriali. Con il nostro partner condividiamo l’impegno verso la riduzione delle emissioni di CO2” ha commentato Jacob Krogsgaard, fondatore e CEO di Everfuel.

Everfuel potrebbe produrre l’idrogeno oggetto di questa LOI tramite il progetto Sif, o per mzezzo di altri profetti di elettrolisi in fase di sviluppo da parte dell’azienda.

Analogamente a quanto stabilito da Uniper e Copenhagen Infrastructure Partners nel loro recente accordo (anche in quel caso si trattava di una fornitura di H2 green dalla Danimarca alla Germania), Everfuel e il suo nuovo, quanto misterioso, cliente tedesco hanno subordinato la finalizzazione del contratto all’effettiva realizzazione di un idrogenodotto che dovrà collegare, appunto entro il 2028, Danimarca e Germania.

“Lo scorso 5 aprile il Governo danese ha annunciato che assumerà direttamente la maggior parte del rischio legato all’investimento per la cosartuzione di una hydrogen backbone danaese, se ci sarà un sufficiente impegno all’utilizzo della nuova infrastruttura da parte degli operatori di mercato. L’accordo di fornitura internazionale che abbiamo appena siglato è una conferma di questo impegno da parte di Everfuel e del suo partner” ha aggiunto Krogsgaard. “Lo scorso 5 maggio abbiamo risposto al sondaggio di mercato lanciato dal TSO danese Energinet indicando l’interesse a riservare un volume di capacità particolarmente significativo, per questo e per altri clienti”.

Il CEO di Everfuel ha però aggiuntro che “per noi e per i nostri partner è cruciale poter conoscere le tempsitiche di realizzazione e i costi associati all’utilizzo di questa nuova infrastruttura. Siamo quindi decisi a proseguire nel dialogo con Energinet per arrivare ad una prenotazione vincolante della capacità nella seconda metà del 2025”.