Eversholt Rail commissiona ad Alstom la prima flotta di treni a idrogeno della Gran Bretagna

Anche in Gran Bretagna arriveranno, nei prossimi anni, i treni a idrogeno di Alstom. Il produttore francese, già leder sul mercato britannico, ha infatti annunciato la firma di un Memorandum of Understanding (MoU) con l’operatore locale Eversholt Rail finalizzato proprio alla consegna della prima flotta di treni a fuel cell di H2 del Regno Unito.

In conseguenza di questo accordo, dopo uno scambio di informazioni tecniche e commerciali tra i due partner, Alstom progetterà e realizzerà per Eversholt 10 three-car hydrogen multiple units (HMUs), che verranno costruite in Gran Bretagna e saranno basate sull’ultima evoluzione della piattaforma Alstom Aventra. Il contratto finale per questa commessa dovrebbe essere firmato nei primi mesi del 2022.

L’iniziativa è in linea con la strategia del Governo di Londra, che punta a decarbonizzare il trasporto ferroviario entro il 2040, e con quella dell’esecutivo locale scozzese, che intende centrare il medesimo obbiettivo con 5 anni di anticipo, nel 2035.

“La conferenza COP26 (che si è svolta a Glasgow, in Scozia; ndr) ci ha ricordato quanto sia urgente decarbonizzare le attività economiche. Quella ferroviaria è già la modalità di trasporto con il minor impatto sull’ambiente, ma possiamo comunque fare di più” ha commentato Nick Crossfield, Managing Director UK & Ireland di Alstom. “Sono molto contento di questo accordo con Eversholt Rail che ci consentirà di realizzare la prima flotta di treni a idrogeno della Gran Bretagna”.

Le due società avevano peraltro già lavorato insieme ad un progetto relativo all’utilizzo di H2 in ambito ferroviario con il progetto Breeze, che prevedeva la trasformazione a idrogeno di una Electric Multiple Unit già esistente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *