Fertilizzanti green a base di H2: in Francia il primo stabilimento produttivo della start-up FertigHy, partecipata dal gruppo MAIRE

Sorgerà nel nord della Francia, e più precisamente nella regione Hauts-de-France, il primo impianto per la produzione di fertilizzanti azotati low-carbon – a base di idrogeno green – di FertigHy, neonato player del settore fondato alla fine dello scorso anno da alcuni soggetti finanziari ed industriali europei, tra cui il gruppo italiano MAIRE.

La newco prevede di investire circa 1,3 miliardi di euro per realizzare il nuovo hub produttivo, che utilizzerà H2 rinnovabile come feedstock per produrre fertilizzati a basso contenuto di carbonio.

Il progetto, come annunciato da FertigHy durante il Choose France Summit, verrà realizzato in Francia e sostenuto economicamente dal Governo di Parigi.

Il settore dell’agricoltura – ricorda la stessa FertigHy in una nota – è responsabile da solo del 10% delle emissioni di gas serra in Europa, e gli agricoltori del continente utilizzano ogni anno 11 milioni di tonnellate di fertilizzanti azotati, motivo per cui la Commissione Europea ha identificato questo comparto come un elemento chiave su cui intervenire per la decarbonizzazione.

E proprio in quest’ottica, grazie al supporto dei suoi fondatori-azionisti – oltre al gruppo MAIRE ci sono EIT InnoEnergy, RIC Energy, Siemens Financial Services, InVivo ed Heineken – FertigHy intende realizzare e gestire diversi impianti di produzione di fertilizzanti low-carbon, basati su idrogeno green, in tutta Europa (il primo sarà appunto quello francese, la cui location è stata appena annunciata).

José Antonio de las Heras, CEO di FertigHy, ha commentato: “Un tessuto imprenditoriale agricolo consolidato e un forte sostegno governativo sono le ragioni che ci hanno spinto a scegliere il nord della Francia per realizzare il nostro primo impianto produttivo. Si tratta di un passo importante verso la produzione in UE di fertilizzanti low-carbon, che ci consentirà di ridurre le importazioni. Inoltre, questo progetto contribuirà alla riduzione dell’impatto ambientale dell’agricoltura in Francia”.

La costruzione del nuovo polo industriale inizierà nel 2027 e si completerà nel 2030. L’impianto occuperà 250 addetti diretti e sarà in grado di produrre 500.000 tonnellate all’anno di fertilizzante green, quantitativo pari al 10% dell’interno consumo nazionale.

Un secondo stabilimento produttivo di FertigHy verrà costruito in Spagna e sarà pronto poco dopo quello francese.