Fuel cell sulle navi: in arrivo le prime linee guida (ancora provvisorie) dell’ International Maritime Organization

La transizione energetica del trasporto marittimo, verso combustibili green come l’idrogeno, fa un piccolo ma significativo passo in avanti.

L’International Maritime Organizzation ha infatti annunciato che il suo sottocomitato sul trasporto di merci e container (Sub-Committee on Carriage of Cargoes and Containers – CCC 7) ha approvato il progetto di linee guida provvisorie relative agli standard internazionali per le navi che utilizzano a bordo sistemi di fuel cell, siano esse utilizzate per la propulsione elettrica oppure per l’alimentazione di altri servizi di bordo.

Le linee guida – si legge in una nota dell’IMO – coprono una serie di aspetti compresi i sistemi anti-incendio e di individuazione delle fuoriuscite di gas. Il documento mira a garantire l’installazione affidabile e sicura di impianti di fuel cell a bordo delle navi.

Lo sviluppo delle linee guida provvisorie per la sicurezza delle navi che utilizzando fuel cell è parte di un più ampio lavoro portato avanti dal sub-comitato dell’IMO CCC7 nel contesto del processo avviato dall’industria marittima per l’individuazione di nuovi combustibili e sistemi di propulsione in grado di consentire il raggiungimento degli obbiettivi di decarbonizzazione dello shipping fissati dalla stessa Internazional Maritime Organizzation nell’ambito della IMO GHG Strategy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *