Gara per la fornitura di un impianto di distribuzione di idrogeno per bus, che verrà installato in Abruzzo nell’ambito del progetto LIFE3H

AreaCom, l’Agenzia regionale dell’Abruzzo per la Committenza, ha bandito una gara per la fornitura di un sistema di refueling degli autobus a idrogeno, da installare nel Comune di Avezzano (L’Aquila), nell’ambito del progetto europeo LIFE3H.

Come si legge nella documentazione pubblicata in Gazzetta Ufficiale Europea, la procedura riguarda la “fornitura di un sistema di compressione e successiva distribuzione di idrogeno destinato all’autotrazione (autobus) nell’ambito del progetto LIFE20 ENV/IT/000575 LIFE3H – ‘Hydrogen demonstration in city, port and mountain area to develop integrated hydrogen valleys’, cofinanziato dal programma LIFE dell’Unione Europea (con 2,97 milioni su 6,3 milioni di budget totale; ndr), da installarsi nel sito identificato nel Comune di Avezzano (AQ), nella zona del Centro Smistamento Merci della Marsica”.

Il valore del contratto è stimato in 317.500 euro mentre il termine per presentare le offerte è fissato al 16 aprile prossimo.

Il progetto LIFE3H prevede la realizzazione di 3 ‘valli’ dell’idrogeno che sorgeranno a Terni (hydrogen valley cittadina), Avezzano (hydrogen valley montana) e Civitavecchia (hydrogen valley portuale).

Ogni valle avrà una refuelign station e 2 autobus operativi: per quella abruzzese, TUA Società Unica Abruzzese di Trasporto aveva già avviato un sondaggio di mercato relativo alla fornitura dei due mezzi a fuel cell.

Il progetto è coordinato dalla Regione Abruzzo, al fianco di molti altri soggetti, ovvero: Società Chimica Bussi;  CITRAMS Centro Interdipartimentale Trasporti e Mobilità Sostenibile dell’università de L’Aquila; Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale; Port Mobility; Rampini Carlo; Snam 4 Mobility; Comune di Terni; TUA Società Unica Abruzzese di Trasporto; UNeed.IT; Università degli Studi di Perugia e Guglielmo Marconi.