HDF Energy inaugura in Francia una nuova fabbrica di fuel cell per applicazioni nei trasporti marittimi e ferroviari

HDF Energy (Hydrogène de France) ha inaugurato a Blanquefort – nei pressi di Bordeaux, in Francia – la prima fabbrica al mondo per la produzione di moduli di fuel cell da oltre 1 MW di capacità.

Il sito, come spiega la società transalpina in una nota, realizzerà celle dedicate alla decarbonizzazione del trasporto marittimo e della mobilità ferroviaria, ma anche alla realizzazione di reti elettriche pubbliche.

Circa l’80% dell’output del nuovo stabilimento di HDF – inaugurato da Damien Havard, CEO e fondatore della società, e da Hanane El Hamraoui, Deputy CEO e VP Industry, alla presenza delle principali istituzioni locali – sarà destinato all’export

Nata con l’obbiettivo di sviluppare infrastrutture per l’idrogeno su larga scala, fin dalla sua quotazione in Borsa nel 2021 HDF Energy è cresciuta a livello internazionale con attività in circa 30 Paesi. Ora grazie a questo nuovo impianto in cui lavoreranno 150 addetti specializzati, sarà in grado di contribuire alla diffusione dell’idrogeno in diverse applicazioni come il trasporto marittimo e ferroviario e la produzione di energia elettrica in reti pubbliche.

Le celle a combustibile che verranno prodotte nel sito di Blanquefort si baseranno sulla tecnologia

PEM (proton exchange membrane), che secondo HDF, grazie alle sue caratteristiche di potenza e compattezza, è ideale per una vasta gamma di applicazioni.

La realizzazione di questo impianto, che si estende su 7.000 metri e sorge dove in precedenza si trovava uno stabilimento della casa automobilistica Ford, rientra nel piano di investimenti ‘HDF Industry’, finalizzato proprio allo sviluppo e alla produzione industriale di celle a combustibile con capacità multi-MW. Nel 2025 verranno avviate la fase di pre-produzione e la piattaforma per il test delle fuel cell, mentre l’inizio dell’attività produttiva vera e propria è previsto per il 2026. La capacità complessiva della fabbrica crescerà progressivamente fino ad arrivare ad 1 GW all’anno nel 2030.

La realizzazione dello stabilimento HDF Energy di Blanquefort verrà co-finanziata dal Governo francese nell’ambito dell’IPCEI Hy2Move, approvato dalla Commissione Europea pochi giorni fa.