Horizon 2020, RINA Consulting è la prima società italiana per progetti approvati in ambito energetico (idrogeno compreso)

RINA Consulting, società di consulenza ingegneristica parte del gruppo genovese RINA, è l’azienda italiana che ha visto accogliere il maggior numero di proposte (35 in totale) per progetti finanziati dal programma Horizon 2020 nel filone energetico.

In particolare, la società rivela in una nota di aver ricevuto oltre 20,6 milioni di contributi, distinguendosi in modo particolare nel settore delle fonti rinnovabili, della gestione dell’energia e dei vettori energetici innovativi come l’idrogeno.

Horizon 2020, strumento di finanziamento creato dalla Commissione Europea per sostenere e promuovere la ricerca e l’innovazione, ha messo a disposizione un totale di 78 miliardi di euro nel periodo 2014-2020 per sviluppare progetti scientifici e tecnologici ad alto impatto e azioni di innovazione in diversi campi di ricerca strategici.

Il dato è emerso in occasione del convegno “Ricerca e innovazione tecnologica nella transizione energetica: quali prospettive per l’Italia?” in cui è stato presentato lo studio realizzato dall’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (APRE), dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) e dall’Istituto per la Competitività (I-Com).

La pubblicazione, dal titolo “L’impatto della partecipazione al programma Horizon 2020 sulle imprese italiane: un’analisi per il settore energia”, tratta l’impatto del programma Horizon 2020 sulle imprese italiane.