I big giapponesi dell’automotive puntano su bio-fuel e idrogeno per ‘salvare’ i motori a combustione

Cinque tra le principali case motoristiche giapponesi, ovvero Toyota Motor Corporation, Yamaha Motor Co, Mazda Motor Corporation, Subaru Corporation e Kawasaki Heavy Industries, sono convinte che sia possibile decarbonizzare completamente la mobilità conservando tuttavia i motori a combustione interna, e puntando quindi su fuel green, a partire dall’idrogeno.

Per questo, le 5 case nipponiche hanno varato un’inedita alleanza che – come spiegato in una nota dai vertici delle aziende partner dell’iniziativa – punta a “raggiungere la neutralità del carbonio con nuove opzioni di alimentazione più ecologiche per la combustione interna anche se i rivali continuano a gravitare verso i veicoli elettrici a batteria”

In dettaglio, le cinque società inizieranno le sperimentazioni nell’ambito delle competizioni partecipando a gare con carburanti a emissioni zero. Mazda e Toyota collaboreranno nelle corse implementando un motore turbodiesel Skyactiv-D da 1,5 litri alimentato da biogasolio di prossima generazione. Subaru e Toyota lavoreranno insieme nella stagione endurance della serie Super Taikyu del prossimo anno in Giappone utilizzando carburante sintetico derivato da biomasse. Yamaha, sempre con Toyota, entrerà nelle gare auto con un veicolo a idrogeno. E infine Kawasaki e Yamaha avvieranno una ricerca congiunta sullo sviluppo di motori a idrogeno per motociclette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *