I dettagli dei 7 progetti che hanno ottenuto un totale di 720 milioni di euro dalla prima asta della European Hydrpgen Bank

Subito dopo aver pubblicato i nuovi termini e condizioni per la seconda asta della European Hydrogen Bank – che si terrà il prossimo autunno, con un budget di 2,2 miliardi di euro – la Commissione Europea ha svelato i risultati della prima asta pilota, svoltasi nei mesi scorsi per assegnare circa 800 milioni di euro di contributi alla produzione di idrogeno rinnovabile.

Nel dettaglio, come spiegato in una nota diffusa da Bruxelles, sono state assegnate risorse complessive pari a 720 milioni di euro (al di sotto del bidget disponibile, quindi) a 7 progetti di produzuione di idrogeno green in Europa, selezionati tramite la prima procedura competitiva indetta dalla European Hydrogen Bank grazie ai fondi derivanti dai proventi dell’EU Emissions Trading System.

Le candidature pervenute sono state in totale 132, ma sono state selezionate soltanto 7 iniziative tramite cui verranno prodotti 1,58 milioni di tonnellate di H2 nei prossimi 10 anni, evitando l’emissione in atmosfera di 10 milioni di tonnellate di CO2.

Di seguito l’elenco dei 7 progetti vincitori, che hanno sottposto offerte comprese tra 0,37 e 0,48 euro a Kg di idrogeno prodotto (l’ammontare del contributo, erogato per i 10 anni successivi all’entrata in funzione dell’impianto) e riceveranno quindi, nel corso del decennio di validità della misura di sostegno, dagli 8 ai 245 milioni di euro, per un totale complessivo che – come detto – ammonta 720 milioni di euro.

Come noto, ci sono poi altri 350 milioni di euro stanziati dalla Germania – l’unico Paese ad aver per il momento sfruttato il meccaniscmo ‘auction as a service’ messo a disposizione dalla European Hydrogen Bank – che andranno ai progetti tedeschi meglio classificati tra quelli che, pur rispettando i criteri, non sono risicti ad assicurarsi risorse europee.