I dettagli della nuova iniziativa imprenditoriale di Marco Alverà nelle energie green e nell’H2

Emerge in modo più chiaro e dettagliato il profilo dell’impegno assunto da Marco Alverà, ex CEO di Snam, nell’azienda tedesca Tree Energy Solutions (TES) e più in generale nel settore dell’idrogeno.

Il manager italiano ha infatti annunciato sul suo profilo Linkedin il lancio di Zhero, una nuova società di investimento ‘fit-for-purpose’ focalizzata sulle energie green, la cui mission è quella di creare una partnership per accelerare lo sviluppo di progetti integrati di energia pulita e consentire a queste iniziative di raggiungere la scala dimensionale necessaria a centrare nei tempi previsti il target ‘net-zero’.

Una nuova avventura imprenditoriale in cui Alverà si è lanciato insieme ad alcuni altri top manager del settore energetico, tra cui Paddy Padmanathan, CEO di ACWA Power (la corporation saudita che sta sviluppando il progetto NEOM).

Il primo investimento effettuato da Zhero è stato proprio in TES, società di cui lo stesso Alverà è stato da poco nominato Amministratore delegato.

“Siamo nel pieno di una rivoluzione energetica” ha scritto nel suo post social Alverà. “L’attuale situazione mette in evidenza come, per raggiungere il target net zero e l’obbiettivo di una maggiore sicurezza energetica, avremo bisogno di un mix di fonti rinnovabili e idrogeno. Fino ad oggi, non esistevano società energetiche che avessero come mission esplicita quella di contribuire al raggiungimento del target net zero. Noi abbiamo deciso di investire in un approccio integrato, in una struttura flat con lo scopo di attrarre i migliori talenti. Siamo convinti che con la competenza di Paddy nel fotovoltaico e con la mia esperienza nel campo dell’idrogeno, potremo assistere al meglio gli sviluppatori di progetti innovativi finalizzati al raggiungimento della neutralità carbonica”.