Il chiarimento di Trenord: “Nessun ritardo per i treni a idrogeno in Valcamonica”

Nessun ritardo per il debutto dei treni a idrogeno in Valcamonica. È quanto precisa Trenord in una nota di replica al nostro articolo del 13 settembre scorso, in cui venivano riprese le dichiarazioni rese dal direttore operativo della società, Giorgio Spadi, all’edizione locale di Brescia del Corriere della Sera circa un possibile slittamento delle prime corse dei nuovi convogli ad H2 forniti da Alstom nell’ambito del progetto H2iseO.

“Nessuno slittamento dell’Hydrogen Valley in Valcamonica: nel 2023 i primi treni a idrogeno saranno consegnati ed effettueranno le corse prova sulla linea Brescia-Iseo-Edolo; nel 2024 saranno utilizzati per il servizio commerciale” scrive Trenord. 

“Erano questi i tempi comunicati a inizio progetto, nel novembre 2020, e in successive altre occasioni. Contrariamente a quanto da voi riportato il 13 settembre, il progetto non registra alcun ritardo”.