Il Cile finanzia 6 nuovi progetti di idrogeno verde: anche Enel tra i beneficiari

Sono 6 i progetti scelti dal Governo del Cile come beneficiari di un finanziamento pubblico complessivo di 50 milioni di dollari, e tra questi ce n’è uno – il maggiore per dimensione – promosso dal gruppo italiano Enel.

Secondo quanto comunicato dall’agenzia governativa Corfo (Corporación de Fomento de la Producción es un servicio público descentralizado) i sei progetti relativi alla produzione di H2 green, che dovranno entrare in attività entro il 2025, potranno attrarre nel Paese sudamericano – considerato da molti osservatori tra i potenziali leader nel futuro mercato globale dell’idrogeno, in ragione della grande abbondanza di spazi e di fonti di energia rinnovabile a costi competitivi – investimenti internazionali per oltre 1 miliardo di dollari.

La prima, e più rilevante per dimensione, delle iniziative selezionate dal Governo cileno è quella denominata “Proyecto Faro del Sur” e proposta da Enel Green Power Chile S.A., la filiale locale del gruppo guidato da Francesco Starace. L’obbiettivo è quello di installare una capacità di elettrolisi pari a 240 MW, alimentata da un nuovo parco eolico, con cui produrre 25.000 tonnellate di idrogeno verde all’anno. Enel avrebbe anche già definito un accordo con la società HIF Chile, che acquisterebbe l’H2 per poi trasformarlo in metanolo e altri combustibili green da esportare in Europa.

Si tratta di un raddoppio in Cile per Enel, che proprio nel Paese latinoamericano sta sviluppando il suo primo progetto di idrogeno verde a livello internazionale, annunciato nel 2020 e pronto ad entrare in attività il prossimo anno.

Gli altri progetti selezionati dalle autorità cilene sono: “HyPro Aconcagua”, promosso da Linde (20 MW, 3.000 tonnellate di idrogeno verde all’anno destinate ad una raffineria di Empresa Nacional del Petróleos-ENAP); “HyEx – Producción Hidrógeno Verde”, promosso da Engie (26 MW, 3.200 tonnellate annue di idrogeno destinate a Enaex che lo utilizzerà per produrre ammoniaca green); “Antofagasta Mining Energy Renewable (AMER)” promosso da Air Liquide (80 MW, 60.000 tonnellate di e-metanolo all’anno prodotto da H2 e CO2); “Hidrógeno Verde Bahía Quintero”, promosso da GNL Quintero (10 MW, 430 tonnellate di idrogeno verde all’anno); “H2V CAP” promosso dalla società CAP (20 MW, 1.550 tonnellate di H2 green all’anno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.