Il Consiglio di Stato conferma i fondi PNRR per il progetto ‘Hydrogen Valley Venezia’ promosso da Sapio

Il progetto ‘Hydrogen Valley Venezia’ promosso da Sapio insieme a Eco+Eco, e con il sostegno dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale e di Hydrogen Park, per la produzione di idrogeno rinnovabile a Marghera, può andare avanti.

Lo ha stabilito il Consiglio di Stato – secondo quanto riferito dal quotidiano locale Il Gazzettino – chiamato ad esprimersi sul tema da AgsmAim Power, promotrice di un’iniziativa concorrente (‘Green Hydrogen Hub – Marghera’) esclusa dall’assegnazione dei fondi PNRR per la produzione di idrogeno rinnovabile in aree dismesse.

L’intera dotazione prevista per la Regione Veneto, pari a 17,3 milioni di euro, è stata infatti assegnata al progetto di Sapio, decisione (di Regione e Governo) contro cui AgsmAim Power era ricorsa al TAR del Veneto.

L’anno scorso però – come ricorda Il Gazzettino – i giudici amministrativi avevano respinto il ricorso, confermando la bontà della scelta di assegnare le risorse al progetto ‘Hydrogen Valley Venezia’, che prevede la produzione di H2 tramite un elettrolizzatore da 5 MW alimentato da energia solare.

A quel punto AgsmAim Power si era rivolta al Consiglio di Stato, ma ora anche il secondo grado di giudizio è andato a favore di Sapio e soci mettendo la parola fine alla vicenda.