Il Governo di Londra finanzia con 10 milioni di sterline il progetto ‘Green Hydrogen for Glasgow’

Il Governo britannico ha deciso di finanziare con quasi 10 milioni di sterline il progetto ‘Green Hydrogen for Glasgow’ promosso da Green Hydrogen for Scotland, consorzio costituito dall’azienda energetica locale SottishPower, dal contractor BOC e da ITM Power con l’obbiettivo di realizzare una serie cluster dell’H2 comprensivi di impianti di produzione e stazioni di rifornimento in Scozia.

Quello di Glasgow è il primo di questi progetti e prevede l’installazione di un elettrolizzatore PEM da 20 MW di capacità, fornito da ITM Power, che verrà integrato nel campo eolico onshore gestito dalla stessa ScottishPower a Whitelee, uno dei più grandi di tutta la Gran Bretagna. Il cluster prevede anche l’installazione di un nuovo parco fotovoltaico e di batterie per lo stoccaggio energetico, il tutto con l’obbiettivo di iniziare la produzione di idrogeno verde già entro il 2023 e di destinare il nuovo combustibile green all’industria pesante e ai trasporti locali.

L’idrogeno prodotto nell’ambito di questa iniziativa – si legge una nota di ScottishPower – sarà sufficiente ad alimentare ogni giorno il viaggio di 550 bus a fuel cell sulla tratta Glasgow-Edimburgo e ritorno.

Obbiettivo che l’esecutivo di Londra ha ritenuto meritevole di sostegno, tanto da assegnare tramite il programma ‘Storage at Scale’ del Department of Business, Energy and Industrial Strategy (BEIS) ben 9,4 milioni di sterline come finanziamento all’iniziativa di SottishPower, BOC e ITM Power. “Le tecnologie innovative e green come questo pionieristico progetto sull’idrogeno guideranno la Gran Bretagna verso una nuova rivoluzione industriale e ci aiuteranno a compiere una vera transizione energetica” ha dichiarato il Ministro di Stato dell’Energia e del Cambiamento Climatico Greg Hands, in visita al campo eolico di Scottish Power a Whitelee. “Anche grazie a questo finanziamento da 9,4 milioni di sterline, il progetto porterà crescita economica sostenibile nell’area di Glasgow e metterà la Scozia al centro dei piani nazionali per la creazione di un’industria dell’idrogeno low carbon”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *