Il gruppo indiano ACME fornirà alla norvegese Yara 100.000 tonnellate all’anno di ammoniaca green prodotta in Oman

Il gruppo indiano ACME, tramite la controllata Acme Cleantech, fornirà alla norvegese Yara fino a 100.000 tonnellate all’anno di ammoniaca green, ricavata da idrogeno rinnovabile.

Al termine di un lavoro preparatorio durato circa 18 mesi, le due aziende hanno infatti firmato un contratto di off-taking di lungo termine, il primo di questa entità che riguarda la fornitura di ammoniaca low-carbon.

L’ammoniaca verrà prodotta da Acme nel suo impianto in fase di realizzazione in Oman, che entrerà in funzione a partire dal 2027, e sarà ‘compliant’ con gli standard per gli RFNBO fissati nella Renewable Energy Directive europea.

L’utilizzo di questa ammoniaca green da parte di Yara – uno dei leader mondiali nel commercio internazionale e nella logistica dell’ammoniaca – e la sua distribuzione ai clienti della corporation scandinava, consentirà di evitare l’emissione in atmosfera di 5 milioni di tonnellate di CO2.

“Yara Clean Ammonia è uno dei soggetti più attivi a livello globale nello sviluppo di un’economia dell’idrogeno nei settori dello shipping, del food, del power e nell’industria. L’ammoniaca rinnovabile che arriverà dall’Oman farà parte del nostro sistema di distribuzione e ci aiuterà a creare una supply chain affidabile e competitiva di questo prodotto in diversi segmenti di mercato. L’accordo dimostra l’importanza della collaborazione tra diversi operatori per ridurre le emissioni” ha commentato Magnus Ankarstrand, Presidente di Yara Clean Ammonia.

“Siamo felici di aver concluso questo accordo di fornitura con Yara, che sarà uno dei principali destinatari della nostra ammoniaca green prodotta con energia solare in Oman” ha aggiunto Ashwani Dudeja, Director di ACME Group. “Questo contratto è una base di partenza e faciliterà ulteriori collaborazioni tra le due aziende accelerando la diffusione dell’idrogeno green e dei suoi derivati”.

L’impianto di produzione che ACME sta realizzando in Oman sarà sviluppato in diverse fasi successive, e raggiungerà una capacità complessiva di 900.000 tonnellate all’anno.