Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy assegna risorse aggiuntive per il finanziamento dei progetti IPCEI sull’idrogeno

Con il Decreto direttoriale 8 maggio 2024 – Fondo IPCEI. Integrazione delle risorse, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) ha assegnato risorse aggiuntive a sostegno dei progetti italiani finanziati tramite i due programmi IPCEI (Important Project of Common European Interest) sull’idrogeno, ovvero Hy2Tech (approvato dalla Commissione Europea a luglio 2022) e Hy2Use (approvato dalla Commissione Europea a settembre 2022).

Questi fondi integrativi erano già stati stanziati, per una somma complessiva di 1,71 miliardi di euro a favore dei due IPCEI sull’idrogeno e degli IPECI su Infrastrutture digitali e servizi cloud e

Microelettronica 2, con il decreto direttoriale del MIMIT dell’11 dicembre 2023.

Risorse che, per quanto riguarda i due IPCEI sull’H2, si sommano a quelle originarie, ovvero 450 milioni per l’IPCEI Hy2Tech, stanziati con decreto direttoriale del MIMIT del 13 ottobre 2022 (a valere su risorse PNRR M4C2-I2.1 – Missione 4 “Istruzione, formazione, ricerca”, Componente 2 “Dalla ricerca all’impresa”, Investimento 2.1 “Importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI)”), e 350 milioni di euro per l’IPCEI Hy2Use, stanziati con il decreto direttoriale del MIMIT del 19 dicembre 2022 (anche in questo caso risorse provenienti dal PNRR M4C2-I2.1 – Missione 4 “Istruzione, formazione, ricerca”, Componente 2 “Dalla ricerca all’impresa”, Investimento 2.1 “Importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI)”).

Con l’ultimo decreto dei giorni scorsi, il MIMIT ripartisce quindi le risorse aggiuntive messe a disposizione lo scorso dicembre, assegnando – nello specifico – ulteriori 455,7 milioni di euro all’IPCEI Hy2Tech e ulteriori 149,2 milioni di euro all’IPCEI Hy2Use.