Il RINA sviluppa cinque profili professionali ‘certificabili’ dedicati al settore idrogeno

Forte di un’ormai consolidata esperienza in materia di idrogeno, derivante dal coinvolgimento in numerosi progetti in quest’ambito volti a supportare e a facilitare l’utilizzo di H2, il gruppo genovese RINA ha sviluppato cinque profili certificabili per le nuove professioni tecniche e manageriali che prevedono il trattamento di questo vettore energetico.

L’obiettivo – spiega la stessa società in una nota – è formare professionisti specializzati nella gestione dell’idrogeno nei settori industriali ‘hard to abate’, nelle imprese dell’industria energetica, nelle aziende di trasporto, distribuzione e stoccaggio di gas e nel settore della componentistica per questo elemento.

I 5 profili che il RINA è in grado di certificare, attestando il possesso delle relative competenze specifiche da parte dei candidati, sono suddivisi in due filoni. Dell’ambito intellettuale’ fanno parte: Esperto in progettazione di impianti ‘H2 based’; Esperto in gestione di progetti ‘H2-based’; Esperto in Operation & Maintenance sistemi semplici o complessi ‘H2-based’. Nell’ambito operativo ricadono invece: Ispettore/Collaudatore di impianti, apparecchiature, manufatti e sistemi complessi ‘H2-based’; Installatore/Manutentore di impianti, apparecchiature, manufatti e sistemi complessi ‘H2-based’.