La norvegese Nel procede con lo scorporo del business delle stazioni di rifornimento: nasce Cavendish Hydrogen

Pur riservandosi di prendere una decisione definitiva sull’argomento, l’azienda norvegese Nel Hydrogen – attiva nella produzione di tecnologie per l’idrogeno green – sta portando avanti il suo piano per scorporare il business legato alle hydrogen refueling station e conferirlo ad una newco da quotare alla Borsa di Oslo.

Questo percorso, delineato per la prima volta lo scorso febbraio come ipotesi generica, sta infatti prendendo una forma concreta con alcuni passaggi chiave che si sono svolti in questi giorni : innanzitutto, Nel ha annunciato di aver costituito una nuova entità chiamata Cavendish Hydrogen, in onore del noto scienziato britannico Henry Cavendish, a cui è attribuita la scoperta dell’idrogeno.

Ma c’è di più. L’azienda scandinava, infatti, ha già individuato i vertici della newco: l’ex CEO di Nel Jon André Løkke sarà Presidente, mentre Robert Borin sarà il CEO e Marcus Halland il CFO di Cavendish Hydrogen

Nel ha inoltre completato una riorganizzazione interna con il conferimento degli asset relativi alle stazioni di rifornimento al nuovo veicolo societario, il cui effettivo spin-off, con successiva quotazione alla Borsa di Oslo (dove è, e resterà, quotata Nel, che a valle di questa eventuale operazione concentrerà il suo focus esclusivamente sugli elettrolizzatori), non è ancora stato deliberato.

Una decisione definitiva verrà presa nel corso del secondo trimestre 2024, e nel caso si dovesse procedere con lo scorporo, le azioni di Cavendish verranno distribuite agli attuali azionisti di Nel come dividendo ‘in natura’.