La portoghese Fusion Fuel firma un contratto di off-take per l’idrogeno green che produrrà a Toledo, in Spagna

L’azienda portoghese Fusion Fuel ha annunciato di aver firmato – con un gruppo industriale spagnolo la cui identità, per il momento, non è stata resa nota – un contratto di lungo termine per la fornitura di idrogeno verde prodotto a partire dal 2024 dalla stessa Fusion Fuel a Toledo, in Spagna, grazie ad un nuovo impianto di elettrolisi da 2,5 MW di capacità.

Il progetto della società portoghese nei mesi scorsi ha ricevuto un finanziamento pubblico di 3,3 milioni di euro nell’ambito del programma H2 Pioneros avviato dal Governo spagnolo.

L’accordo appena firmato dall’azienda prevede la fornitura di un quantitativo di idrogeno green pari a 111,5 tonnellate all’anno, e rappresenta un importate punto di svolta nella fase di sviluppo pre-FID dell’iniziativa, oltre ad costituire il primo contratto di off-take firmato da Fusion Fuel in Spanga.

“Siamo felici di poter annunciare questo accordo relativo ad un progetto di produzione di idrogeno off-grid, modello a cui si adattano molto bene i nostri sistemi di elettrolisi modulari” ha commentato Javier Esteban, CEO di Fusion Fuel Spain.

“Questo accordo costituisce una milestone importante nell’esecuzione della nostra strategia che prevede di offrire soluzioni per l’idrogeno end-to-end, dalla tecnologia allo sviluppo dei progetti fino alla vendita del vettore energetico” ha aggiunto Frederico Chaves, CEO di Fusion Fuel. “Il contratto di off-take che abbiamo firmato consolida la nostra presenza nel processo di decarbonizzazione dell’industria e ci avvicina alla monetizzazione del valore che abbiamo creato con questo progetto”.

Fusion Fuel ha sviluppato un innovativo sistema modulare di elettrolisi basato sulla tecnologia PEM (Proton Exchange Membrane), chiamavo HEVO, che verrà utilizzato tra gli altri anche dal gruppo Duferco per produrre H2 green presso il suo impianto industriale di Giammoro, in Sicilia.