La Regione Lombardia stanzia altri 75 milioni di euro per i treni a idrogeno del progetto H2iseO

La Regione Lombardia continua – dopo il primo intervento dello scorso agosto – ad investire risorse nel potenziamento delle rete ferroviaria operata da FNM-Trenord e a beneficiarne, ancora una volta, è anche il progetto H2iseO, promosso dall’operatore ferroviario regionale in collaborazione con diversi importanti player del settore (A2AEnel Green PowerENISapioSnam).

Il 30 novembre – infatti – la Giunta lombarda ha approvato una delibera, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, che stanzia 319 milioni di euro per potenziare ed efficientare la rete di Ferrovienord attraverso raddoppi di linea, eliminazione di passaggi a livello e potenziamento dei sistemi di sicurezza. Di questi – si legge in una nota – 145 milioni sono risorse regionali e 174 ministeriali. Nel finanziamento complessivo sono compresi inoltre 75,5 milioni di euro per gli interventi infrastrutturali connessi all’attivazione del servizio dei treni ad idrogeno sulla linea Brescia-Iseo-Edolo, di cui 52 milioni dal Piano Lombardia.

“Regione Lombardia – hanno commentato il presidente Attilio Fontana e l’assessore Claudia Maria Terzi – implementa ulteriormente i finanziamenti per la rete di Ferrovienord, con l’obiettivo di creare le condizioni a livello infrastrutturale per migliorare il servizio. Proseguiamo nel finanziare la soppressione dei passaggi a livello e la realizzazione delle opere sostitutive, interventi fondamentali per la mobilità interna dei territori e per diminuire i disagi o le variabili legate al funzionamento dei passaggi a livello”.

“Significativi anche – prosegue Terzi – gli interventi per riqualificare le stazioni e quelli che riguardano i sistemi di sicurezza del ramo di Milano. Opere poco visibili, ma decisive quindi per l’affidabilità dell’infrastruttura. Rilevanti inoltre gli stanziamenti per la Brescia-Iseo-Edolo che nei prossimi anni sarà interessata dall’innovazione dei treni a idrogeno. Con la sostituzione, quindi, degli attuali convogli diesel”.

Questi, nel dettaglio, gli interventi previsti dal piano:

Risorse regionali stanziate con il Piano Lombardia:

  • 80 milioni di euro per il sistema di sicurezza ‘Apparato Centrale di Controllo Multistazione’ (ACC-M) Ramo di Milano e interventi connessi;
  • 52 milioni di euro per gli interventi connessi all’attivazione del servizio dei treni a idrogeno.

Risorse regionali aggiuntive:

12,8 milioni di euro, a integrazione di risorse già stanziate di cui:

  • 5,80 milioni per raddoppio tratta Arosio-Inverigo sulla linea Milano-Seveso-Asso;
  • 5 milioni per potenziamento tratta urbana linea Brescia-Iseo-Edolo;
  • 2 milioni per eliminazione passaggi a livello di Lomazzo e Cadorago sulla linea Saronno-Como.

Risorse statali aggiuntive:

  • 95 milioni di euro per gli interventi di messa in sicurezza sulla Brescia-Iseo-Edolo, assegnati con Decreto del MIT n.182 del 29/04/2020;
  • 59,4 milioni di euro per il sistema di sicurezza ‘ACC-M del Ramo di Milano’ e interventi connessi, assegnati con il Fondo Complementare al PNRR, a integrazione delle risorse stanziate con il Piano Lombardia;
  • 20 milioni di euro per gli interventi di potenziamento della linea Varese-Laveno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.